6 febbraio 2020
ore 18:10
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 51 secondi
 Per tutti

Si chiama Ciara il nuovo mostro atlantico scaturito dall'inasprimento del vortice polare. Un super ciclone che si approfondirà fino a valori di geopotenziale incredibilmente bassi,  935 hPa o persino inferiori. Il minimo si trova al momento sul Mare del Labrador ed è alimentato da aria gelida polare canadese ma nel corso delle prossime 24-48 ore riceverà un apporto energetico notevole dal medio basso Atlantico dove le temperature sono miti. Il contrasto termico lo farà approfondire fino ai valori suddetti di geopotenziale  e nella mattinata di sabato si posizionerà all'incirca sull'Islanda. Da quella posizione il vortice inizierà a tenere sotto scacco tutto il Regno Unito con una prima perturbazione pilotata da venti incredibilmente forti. Il Met Office Anglosassone ha già diramato numerose allerte soprattutto per quanto riguarda il vento che potrebbe rivelarsi distruttivo per le coste orientali, soprattutto Irlanda, Galles, Scozia e poi anche la Cornovaglia dove si potrebbero raggiungere e superare anche i 150km/h.

Nella serata di sabato Ciara abborderà anche la Francia settentrionale sopratutto Bretagna e Normandia dove sono attese le condizioni peggiori tra la pioggia e i venti tempestosi che potranno soffiare sulla Manica fino a 120km/h mentre sul Regno Unito arriverà un'altra perturbazione che porterà bufere di neve su Irlanda e Scozia. Nella notte tra sabato e domenica il fronte più orientale associato al ciclone raggiungerà anche Benelux, Germania settentrionale e Scandinavia meridionale. Anche qui i venti saranno violenti con raffiche superiori ai 120km/h, complicati sulla Scandinavia dalla conformazione dei fiordi che potrebbero favorire una ulteriore intensificazione del vento con punte anche superiori ai 160km/h. Nel corso della giornata di domenica la tempesta di pioggia e vento interesserà praticamente tutto il nord Europa e parte del settore centrale, segnatamente al nord della Francia e della Germania. Nella serata di domenica toccherà a Polonia e Baltico.

Notevoli saranno anche gli sbalzi termici associati al transito di queste perturbazioni, precedute da un richiamo molto mite e accompagnate da aria fredda di matrice polare marittima. Le giornate più diffusamente invernali dovrebbero risultare quella del lunedì e del martedì quanto la formazione di un secondo vortice sul Mar di Norvegia piloterà su tutti questi paesi correnti fredde e impetuose con direttrice O/NO - E/SE. Sarà quelli il momento delle nevicate diffuse e anche abbondanti fino a quote molto basse accompagnate da venti ancora molto forti. Vere e proprie bufere di neve e blizzard colpiranno dal Regno Unito al Baltico, ma farà freddo anche su Francia settentrionale, Germania e Polonia. E mentre accadrà tutto questo, alle medie e basse latitudini regnerà sovrano o quasi con pochissimi disturbi l'anticiclone sub tropicale che porterà prevalente stabilità sui paesi mediterranei e l'Italia

Per conoscere in tempo reale dove sta piovendo o nevicando consulta la nostra sezione Radar, con immagini in Real Time delle precipitazioni sia a livello nazione che regionale.


Consulta la situazione in tempo reale attraverso le misure del satellite geostazionario acquisite e rielaborate da 3BMeteo.


Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.


Sei curioso di conoscere il tempo che sta facendo in altre parti del mondo? Clicca qui


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati