18 febbraio 2023
ore 14:17
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 8 secondi
 Per tutti

Tra i giorni 14 e 15 febbraio condizioni di bassa marea eccezionali hanno interessato i litorali italiani e non solo, un po' tutto il bacino del Mediterraneo. Molte le segnalazioni giunte sui social, qualcuna anche allarmistica probabilmente legata alla psicosi del recente terremoto della Turchia e al fatto che il ritiro improvviso del mare è spesso il segnale premonitore dell'arrivo di un'onda anomala di tsunami. Ma l'evento in questione è stato molto graduale e non è stato legato, per fortuna, ad alcun terremoto e nemmeno a qualcosa di anomalo. Si è trattato di un fenomeno di marea naturale di tipo sigiziale accentuato dalle condizioni atmosferiche di alta pressione. Le maree sigiziali sono le maree che si producono quando la forza di attrazione gravitazionale della Luna si va a sommare a quella del Sole perché Terra, Sole e Luna si trovano sulla stessa linea

L'evento in questione ha di poco preceduto la Luna Piena del 16 febbraio. Ma la marea sigiziale non basta da sola a giustificare un abbassamento del livello marino così accentuato, anche le condizioni atmosferiche hanno fatto la loro buona parte. Durante i periodi anticiclonici, quale quello in cui ci troviamo (circa 1030hPa di pressione), l'aria è letteralmente più pesante e dunque tende a schiacciare qualsiasi cosa, anche il livello del mare, che si abbassa. Viceversa condizioni di bassa pressione determinano un innalzamento del livello marino, in alcuni casi come quelli legati al passaggio di uragani anche notevole, tale da inondare interi tratti di costa. Un fenomeno di abbassamento del livello dell'acqua, chiamato Sessa, si può riscontrare ma in modo meno marcato anche nei fiumi e nei laghi ma in questo caso a influenzarlo sono maggiormente le condizioni atmosferiche, ciò pare sia avvenuto proprio in questi giorni sul lago di Garda e abbia accentuato ulteriormente i livelli già molto bassi legati alla siccità. Condizioni favorevoli alla ripetizione del fenomeno si avranno tra i giorni 21 e 22 febbraio. Qui alcuni video arrivati dai social in particolare dalla Puglia e dalla Campania. In particolare nella zona di Pozzuoli a cui si riferisce la prima foto, l'effetto di abbassamento del livello marino si è sommato a quello ormai storico legato all'innalzamento del suolo per il Bradisisma con un prosciugamento quasi completo della vecchia darsena portuale. A Venezia il prosciugamento dei Canali ha persino impedito il transito dei mezzi di soccorso:

Bassa marea al Lido degli Estensi


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati