23 gennaio 2022
ore 15:02
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 2 secondi
 Per tutti

ONDATA DI GELO E NEVE TRA GRECIA E TURCHIA, NEVICA ANCHE SULL'EGEO - Puntuale come da previsione, l'ondata di freddo e di neve attesa sul Mediterraneo orientale è arrivata. Un vortice di bassa pressione alimentato da correnti artiche sta portando maltempo invernale su tutta la Grecia e sulla Turchia occidentale. Nevicate inconsuete hanno interessato anche le isole più meridionali dell'Egeo come Mikonos, Tinos, Syros, Paros, per le Cicladi è un evento molto raro. La tempesta è stata soprannominata Elpis dall'università di Berlino che in greco significa "Speranza"




Questa invece la situazione sull'isola di Naxos, a detta degli abitanti più anziani è la nevicata più abbondante che si sia mai vista.

La neve ha raggiunto anche l'isola di Santorini, ancor più meridionale di Mikonos quasi la stessa latitudine di Malta, ben più a Sud di Capo Passero in Sicilia nel siracusano. Qui una debole spolverata ma che ha lasciato di stucco gli abitanti e i pochi turisti del periodo.


Nella zona dell'Eubea a Evia la situazione è addirittura critica, le abbondanti nevicate cadute fin dalla serata di sabato e per tutta la notte hanno creato enormi disagi a Krieza, Zarka, Tsakaioi, Agiannis, Agios Loukas e la parte superiore di Almyropotamos nel sud dell'Evia con centinaia di blackout. I mezzi spazzaneve, quei pochi a disposizione stanno lavorando freneticamente per ripristinare la viabilità per ora bloccata.

Il maltempo in queste ore si sta dirigendo anche verso la Turchia, soprattutto la zona occidentale del Paese e questo mentre le zone interne e meridionali sono ancora alle prese con l'emergenza neve di due giorni fa, che ha bloccato più di 5000 auto sulle strade.

COME MAI COSI TANTA NEVE SULLE ISOLE DELL'EGEO - Paradossalmente è stata proprio la Grecia insulare ad avere le nevicate più abbondanti, mentre la zona continentale è stata interessata da venti gelidi ma secchi. Il motivo sta nell'interazione tra la massa d'aria artica e la superficie del mare, quello che viene definito "Aegean Sea Effect Snow" , il gelo in partenza secco scorre sul mare, assorbe umidità e a mano a mano che prosegue verso sud forma ammassi nuvolosi cumuliformi sempre più consistenti che scaricano le loro precipitazioni nevose al largo. Questo effetto si può vedere bene dalle foto satellitari. La nuvolosità si intensifica andando verso sud.


Seguici su Google News


Articoli correlati

3BMeteo si veste di rosa

×