29 gennaio 2020
ore 11:43
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 16 secondi
 Per tutti

Situazione : La rimonta di un un campo anticiclonico di matrice sub tropicale sull'Europa occidentale e sul Mediterraneo porterà ad una chiusura di gennaio molto mite su tutta l'Italia sconfessando la tradizione che vorrebbe i giorni della merla come quelli più freddi dell'inverno. 

La causa sarà un vortice polare molto attivo che raggiungerà il culmine proprio tra fine mese e inizio febbraio con una conseguenze risalita di latitudine dell'anticiclone sub tropicale che andrà a collocarsi lungo i meridiani centrali, occupando la posizione che invece dovrebbe essere appannaggio delle grandi perturbazioni. Anticiclone che sarà comunque insidiato da infiltrazioni di aria più umida provenienti da ovest, responsabili di qualche disturbo nuvoloso.

Questi disturbi  interesseranno prevalentemente le regioni tirreniche e potranno associarsi a qualche pioggia nella giornata di mercoledì 29 e poi nuovamente nella giornata di venerdì 30 ma si tratterà comunque di fenomeni esigui che avverranno in un contesto di generale stabilità. Anche le temperature saranno generalmente miti salvo locali inversioni nelle valli. Le massime si attesteranno sui 14-16°c con punte anche superiori sulle regioni adriatiche e l'estremo Sud. Alta pressione e clima mite ci accompagneranno anche per l'inizio di febbraio



Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati