25 settembre 2022
ore 23:44
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 59 secondi
 Per tutti

NUOVI FRONTI PILOTATI DA ARIA FREDDA - Dopo un weekend a tratti perturbato, dovremo ancora fare i conti con la perturbazione di domenica che nel suo spostamento molto lento sarà in azione su parte del Centro e del Sud a inizio settimana. Nel contempo sull'Europa centro settentrionale si organizzerà una circolazione depressionaria alimentata da correnti fredde di matrice groenlandese che porterà una ventata quasi invernale su Regno Unito, Francia, Germania e parte della Scandinavia. Associati a questa depressione altre perturbazioni raggiungeranno in successione la Penisola. Ma andiamo per gradi. La settimana inizierà con un lunedì fortemente instabile o perturbato al Sud, attesi rovesci, temporali e nubifragi anche intensi con locali criticità specie su basso Lazio, Campania, Molise, Puglia settentrionale ma piogge importanti non mancheranno anche sul resto del meridione. Una maggiore variabilità potrà interessare il Centro e il Nord ma con la tendenza ad un peggioramento serale per l'arrivo di una nuova perturbazione legata a quell'impulso di aria fredda groenlandese di cui abbiamo parlato prima. Questo nuovo fronte transiterà sulla Penisola nella giornata di martedì portando i suoi maggiori effetti sulle regioni centro meridionali tirreniche a causa di un minimo che andrà a formarsi sul Mar Ligure ma evolverà velocemente verso l'alto Adriatico. Questa volta non dovremmo avere fenomeni intensi. In compenso avremo una forte ventilazione occidentale o sud occidentali e un calo termico, più sensibile sulle regioni settentrionali, calo termico che potrebbe portare la neve sulle Alpi anche sotto ai 1400m

Subito dopo la perturbazione di martedì si aprirebbe una maggiore variabilità sulla Penisola con un mercoledì solo a tratti instabile in attesa di una nuova  forte perturbazione giovedì seguita quasi senza alcuna interruzione da una terza perturbazione venerdì. Queste due giornate potrebbero essere caratterizzate da locali forti condizioni di maltempo specie sulle regioni tirreniche. Gli strascichi di quest'ultima perturbazione potrebbero insistere su parte della Penisola anche all'inizio del weekend ma che tuttavia sembrerebbe ad oggi, caratterizzato da un progressivo consolidamento dell'alta pressione col ritorno di condizioni soleggiate entro domenica. Si tenga presente che almeno da venerdì a tutto il weekend quanto detto va considerato più come una tendenza che come una previsione. Serviranno ulteriori conferme



Seguici su Google News


Articoli correlati