15 gennaio 2022
ore 9:00
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 37 secondi
 Per tutti

TRA ANTICICLONE E INFILTRAZIONI PIU' FREDDE IN ATTESA DI UNA POSSIBILE SVOLTA - L'anticiclone sub tropicale che ci accompagnerà nel corso del weekend avrà ancora una certa importanza all'inizio della nuova settimana, soprattutto sul comparto europeo centro occidentale da cui potrà estendere la sua influenza fino all'Italia. Tuttavia e questo già a partire da domenica sera le correnti fredde settentrionali associate alla saccatura scandinava proveranno ad insidiarlo in tutti i modi. In una prima fase questi tentativi non avranno un gran successo eccetto che nella giornata di lunedì quando è atteso un modesto passaggio instabile su parte della Penisola. Successivamente l'anticiclone tornerà a farsi avanti ma i massimi barici non saranno sull'Italia. Ciò consentirà delle infiltrazioni di aria fredda dai Balcani che riporteranno in media le temperature ma non avranno grandi effetti in termini di nuvolosità e tanto meno di fenomeni. Arriviamo cosi al weekend dove verosimilmente potremmo avere un importante affondo freddo verso l'Europa orientale con un parziale interessamento anche dell'Italia. Questa che si configura come una possibile svolta dovrà comunque essere ancora valutata bene. Ma andiamo per gradi:

LUNEDI MODESTO IMPULSO NSTABILE - Appare piuttosto probabile un modesto passaggio di nubi e qualche isolata precipitazione causata dal transito della coda di una perturbazione che raggiungerà le Alpi nella giornata di domenica. Lo scivolamento del fronte verso l'area balcanica stimolerà un po' di nuvolosità irregolare sulle regioni del medio basso versante adriatico e sul basso Tirreno con qualche fugace precipitazione. Questo comporterà anche un contenuto calo delle temperature.

PIU' ANTICICLONE TRA MARTEDÌ E GIOVEDÌ CON INFILTRAZIONI FREDDE DA EST - l'area di alta pressione che si era temporaneamente spinta più a ovest tornerà ad interessare il settore europeo centro meridionale pur mantenendo ancora i suoi massimi barici tra il Regno Unito e la Francia. Ciò caratterizzerà tempo ancora stabile sulla Penisola ma con qualche infiltrazione di aria fredda dai Balcani, più propensa ad interessare le regioni centro meridionali. Il contesto climatico tornerebbe nella normalità seppur con qualche eccezione che potrebbe riguardare soprattutto le Alpi occidentali.

TRA VENERDÌ E IL WEEKEND INCOGNITA FREDDO E NEVE: una sempre maggiore decisione della depressione scandinava potrebbe riuscire a modificare il dominio anticiclonico costringendo la cellula azzorriana a retrocedere verso ovest. Ciò lascerebbe maggiore spazio alle correnti artiche verso l'area balcanica con un possibile interessamento anche dell'Italia. Se la tendenza verrà confermata un fronte di instabilità fredda potrebbe interessare parte della Penisola portando temperature in netto calo e delle nevicate fino a bassa quota. Restate aggiornati e nei prossimi aggiornamenti potremo essere più precisi.

Meteo - Prossima settimana tra alta pressione e infiltrazioni fredde, poi importanti novità. Ecco di cosa si tratta

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati