11 ottobre 2021
ore 23:45
di Carlo Migliore
tempo di lettura
4 minuti, 17 secondi
 Per tutti

ORE 14:30 - PIOGGIA E FREDDO SUL MEDIO ADRIATICO, ROVESCI SUL BASSO TIRRENO: il vortice di bassa pressione sta gradualmente spostando il suo minimo verso sudest ma l'evoluzione è molto lenta, motivo per il quale continua a piovere anche con una certa insistenza sul medio Adriatico, in particolare tra l'Abruzzo ed il Molise. Non sono piogge forti ma continue e diffuse e soprattutto mantengono molto basse le temperature dell'aria. La massima di Pescara non ha superato i 13°C, solo 10°C a Chieti, 9°C a Lanciano a 300m di altezza, 9°C di massima anche a Campobasso. Sono valori da ultima deca di novembre o primi giorni di dicembre. La pioggia insiste anche sul basso Tirreno soprattutto sulla Calabria settentrionale con accumuli fino a 20mm nel Cosentino. Qui temperature più elevate pur comunque sotto media. Le uniche zone dove il clima è normale per la prima decade di Ottobre sono la Sardegna, la Liguria e a tratti, non tutta, la Toscana. Per il resto siamo sotto media

ORE 11:30 - PIOGGE IN ATTENUAZIONE SU ROMA, ROVESCI SUL MOLISE, NEVE IN APPENNINO: nel corso delle ultime ore nuvolosità e fenomeni hanno gradualmente lasciato il Lazio, su Roma dopo le piogge del mattino che hanno scaricato fino a 5-7mm i cieli cominciano ad aprirsi. Resta chiuso invece il medio basso Adriatico con nuvolosità compatta e fenomeni moderati tra basso Abruzzo e Molise che sono proprio a ridosso del minimo di bassa pressione. I fenomeni si sono invece attenuati su Umbria e Marche con un bilancio definitivo di circa 15-20mm. Intanto l'afflusso di aria fredda mantiene molto basse le temperature , 7.6°C a Lanciano a meno di 300m di quota in Abruzzo, non più di 11°C sulla costa, freddo anche sul Foggiano con 10°C in pianura vicino Lesina, 7.5°C a Campobasso in Molise, 4°C a Capracotta con qualche sporadico fiocco di neve mentre nevica bene sopra i 1600-1700m in Appennino.

FREDDO E INSTABILITA', OTTOBRE SI TINGE D'INVERNO: un vortice di bassa pressione scaturito dall'ingresso di correnti scandinave sul Mediterraneo continua la sua evoluzione con un minimo al largo della costa abruzzese. Restano sotto scacco le regioni adriatiche e l'estremo Sud ma a tratti anche l'area tirrenica centrale con un tipo di tempo ancora instabile e decisamente più freddo del normale tanto che è scesa la prima neve in Appennino a quote relativamente basse per il periodo. Temporali in nottata hanno interessato il basso Tirreno e la Campania, attualmente un nucleo di instabilità con rovesci è presente anche su Roma mentre rovesci e qualche temporale si dirigono verso l'area ionica. Situazione più tranquilla sulle regioni settentrionali grazie ad un "naso" anticiclonico che si protende dall'Inghilterra dove l'alta pressione ha i suoi massimi.

MINIME MOLTO BASSE CON GELATE ANCHE IN ALTA COLLINA: un freddo davvero invernale ha interessato la Valpadana con valori all'alba scesi anche sotto ai 5°C e molto vicini allo zero sulle basse colline come i 2°C di Cuneo, solo 4°C a Novara. Sottozero gli altipiani come Asiago con -1°, fino a -2°C nel Vicentino a 1500m, -2°C nelle Dolomiti Bellunesi a 1000m. Raggiunti i -10°C alla stazione di Pian Rosa. -1°C a 1500m anche sull'Appennino toscano sull'Abetone, -3°C sul Monte Cimone. Freddo anche sull'Appennino marchigiano con 0°C a Bolognola (1350m), -2°C sul Monte Prata a 1800m. 

NEVE IN APPENNINO ANCHE SOTTO AI 1500m - la prima ondata di freddo stagionale ha portato la neve in Appennino fino a quote insolite per il periodo, imbiancato l'Appennino marchigiano e abruzzese dai 1500m, ma con fiocchi e locali spolverate fino a 1300m. Abbondanti nevicate sulla zona del Gran Sasso. neve anche sull'Appennino meridionale tra Molise e Campania con fiocchi fin sotto ai 1300m. Neve anche sul Terminillo.




PREVISIONI PROSSIME ORE - Nord, qualche addensamento nuvoloso su Friuli e Romagna con qualche debole e residuo fenomeno in assorbimento per il pomeriggio. Soleggiato  sulle altre regioni con locali foschie mattutine in pianura in diradamento. Centro,  cieli chiusi lungo l'Adriatico e sulle zone interne appenniniche con piogge e rovesci a carattere sparso, nevosi in montagna a quote medie. Piogge e locali rovesci anche sul Lazio. Nel corso del pomeriggio graduale attenuazione dei fenomeni su Lazio, Marche e Umbria. In prevalenza soleggiato su Sardegna, Toscana e alto Lazio con qualche occasionale  fenomeno sulla Sardegna. Sud, instabile su Molise, Puglia settentrionale, basso Tirreno, Basilicata e Calabria con piogge e rovesci anche temporaleschi, più sole sulle coste campane. Temperature stabili al Centro Nord, in lieve rialzo in Campania, in lieve calo sul resto del Sud , valori massimi e minimi generalmente sotto media. Venti moderati o forti tra NE e NO con mari molto mossi, anche agitati il medio Adriatico e il basso Tirreno 


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati