14 luglio 2021
ore 17:29
di Francesco Nucera
tempo di lettura
58 secondi
 Per tutti


Secondo il report della Noaa, manifestazioni temporalesche si sono verificate nella tarda serata del 12 luglio sul mare di Beaufort a est di Point Barrow, a quasi 200 km dalla costa dell'Alaska. Questa situazione è il risultato dello scontro tra una massa d'aria calda in arrivo dalla Siberia con quella più fredda al seguito di un fronte freddo a nord-est dell'Alaska. In genere ogni anno si verificano temporali sull'Alaska a ridosso del circolo polare, molto meno frequenti sono quelli che si formano sulla banchisa artica a nord della costa come in questo caso. Questo perché è difficile avere forti correnti ascensionali e anche abbastanza instabilità atmosferica da produrre nuvole temporalesche. La tropopausa è poi piuttosto bassa e le nuvole avrebbero difficoltà a raggiungere le altezze necessarie per portare alla separazione della carica elettrica.

Due anni fa furono registrati 48 fulmini entro 300 miglia dal Polo Nord, oltre 1000 rilevati entro le 600 miglia nautiche; l'episodio molto insolito fu attributo ad un Artico stranamente caldo, ad un'incredibile mancanza di ghiaccio marino e persino al fumo degli incendi senza precedenti all'interno del Circolo Polare Artico.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati