28 dicembre 2019
ore 9:25
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 3 secondi
 Per tutti

Temperature insolitamente gelide si stanno verificando in Alaska negli ultimi giorni con i valori più bassi degli ultimi 8 anni. Le temperature raggiungono valori estremi, fino a -53,8°C a Manley Hot Springs, a circa 85 miglia a ovest di Fairbanks e circa 260 miglia a nord della capitale Anchorage. Sarebbe la temperatura più bassa registrata in Alaska dal gennaio 2012 quando furono raggiunti i -54,5 ° C a Fort Yukon. Tra gli altri valori: Bettles airport (-49.4 °C), Fort Yukon airport (-46.1 °C), Allakaket (-51.1 °C), Arctic Village (-48.9 °C)

Questa situazione è destinata perdurare anche nei prossimi giorni. Tuttavia il gelo estremo tenderà a portarsi verso la Groenlandia dove è atteso il core del vortice polare. Questa situazione è causata proprio dal ricompattamento del vortice polare che tende a chiudere al suo interno il lago gelido e a determinare una scarsa dinamicità invernale alle medie latitudini, Europa compresa. Nonostante il clima sull'Artico si sia riscaldato negli ultimi decenni, questi episodi meteorologici possono verificarsi. Negli anni 40 e 50 i casi erano ben maggiori di quelli attuali che vedono un Alaska spesso con temperature sopra la media. Il 2019 per l'Alaska potrebbe essere l'anno più caldo mai registrato superando il 2016

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati