27 ottobre 2020
ore 23:51
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 41 secondi
 Per tutti

TORNA L'ANTICICLONE AFRICANO: Dopo l'attuale fase di maltempo che avrà qualche strascico al Sud fino alla giornata di mercoledì, un promontorio anticiclonico di matrice sub tropicale tornerà a conquistare l'Europa occidentale e gran parte del mediterraneo centrale. Sarà tenuto in vita da una profonda depressione atlantica posizionata molto a ovest del Regno Unito, una depressione che conterrà anche ciò che rimarrà dell'ex uragano Epsilon attualmente in evoluzione a est del Canada. Questo anticiclone è destinato a portare tempo stabile per qualche giorno ma come sempre accade nel periodo freddo non sarà garanzia di sole per tutti, anzi favorirà il ristagno di foschie, nebbie e nubi basse nelle valli e lungo i litorali. Oltretutto i massimi anticiclonici resteranno posizionati a ovest della Penisola, quindi deboli infiltrazioni nord occidentali riusciranno a portare qualche annuvolamento ulteriore su alcune regioni. Vediamo cosa dovremo aspettarci fino al venerdì.

MERCOLEDÌ CON ULTIMI PIOVASCHI AL SUD: l'area di bassa pressione responsabile del maltempo di questo giorni si allontanerà verso l'area balcanica alimentando qualche ultimo focolaio di instabilità al meridione. Attesi ancora dei rovesci e dei temporali soprattutto nella prima parte della giornata sul basso Adriatico e lo Ionio, in particolare sulla Calabria. Sul resto della Penisola il tempo sarà buono o discreto con qualche nube di poco conto sulle Alpi e locali nebbie ma solo al mattino nelle Valli, soprattutto in Valpadana. Le temperature saranno stabili o in lieve locale aumento al Centro Nord, i venti ancora tesi nord occidentali al Centro Sud con mari ancora molto mossi.

GIOVEDÌ TRA SOLE E LOCALI DISTURBI: sarà una giornata nel complesso stabile e anche mediamente soleggiata, tuttavia avremo degliannuvolamenti sull'Area tirrenica settentrionale tra la Liguria e la Toscana e sul basso Tirreno. Saranno annuvolamenti generalmente sterili. Altrove il sole si alternerà al transito di velature e locali stratificazioni. Di notte ed al primo mattino foschie anche dense e banchi di nebbia in pianura al Nord e nelle valli appenniniche del Centro. Le temperature saranno in lieve aumento, soprattutto in collina e montagna. La circolazione ventosa sarà ancora a tratti moderata da NO ma tenderà a spegnersi e i mari a calmarsi gradualmente.

VENERDÌ TRA FOSCHIE ANCHE SPESSE, NUBI BASSE E VELATURE: il ristagno di umidità nei bassi strati favorirà formazioni nebbiose più estese e compatte soprattutto nelle ore notturne e della prima mattinata. Saranno presenti in Valpadana, nelle valli del centro ma anche sulle zone litorali dell'alto Tirreno e del medio alto Adriatico. Tenderanno a dissolversi parzialmente nelle ore centrali per tornare a rinforzarsi poi la sera. Annuvolamenti sparsi interesseranno anche il basso Tirreno, soprattuttoCalabria e Sicilia settentrionale. Altrove ci sarà più sole, sole che splenderà quasi ovunque in quota sulle zone alpine, prealpine e appenniniche. Le temperature tenderanno ad aumentare ulteriormente in quota, resteranno stabili sulle pianure e i litorali. I venti saranno deboli con qualche rinforzo da NO sull'Adriatico e i mari poco mossi, salvo l'Adriatico meridionale ancora mosso.



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati