20 dicembre 2019
ore 8:55
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 54 secondi
 Per tutti


Ondata di caldo di portata storica per l'Australia dove il termometro da alcuni giorni raggiunge valori ragguardevoli. Mercoledì la temperature media dell'Australia è stata di +41,9°C, un valore enorme dal momento che l'estensione dell'Australia è di 7690000 km², 20 volte più grande dell'Italia che ha una superficie di 301000  km². Tale valore di temperatura ha superato il record di +40,9°C registrato martedì che a sua volta aveva battuto i +40,3°C del 2013.

Molte località hanno superato la soglia dei +45°C con picchi prossimi ai +50°C. Nullarbor, nel Sud Australia, ha registrato la più alta temperatura di dicembre mai registrata in Australia, salendo a +49,9°C mercoledì. Si segnalano altresì 49,8°C a Eucla, +49,5°C a Forrest. Il precedente record in dicembre era di +49,5°C a Birdsville nel Queensland alla vigilia di Natale del 1972. Adelaide ha stabilito un nuovo record assoluto di dicembre, salendo a +45.3°C; la minima è stata di +33,6°C. Sydney si è fermata a +42°C. Il record assoluto è del gennaio 1960 con +50,7 ° C a Oodnadatta.

Il grande caldo ed il clima secco non fanno altro che alimentare i numerosi incendi che stanno interessando soprattutto il settore centro meridionale in questa estate australe. L'Australia ha vissuto una primavera molto secca e questo contribuisce al grande caldo causato dalla persistenza di un anticiclone a cuore caldo. Si prevede che questa cupola di calore rimanga sull'Australia centrale e orientale nei prossimi giorni. Di conseguenza il calore eccessivo persisterà in alcune parti dell'Australia occidentale e meridionale, ma anche su Queensland meridionale, New Galles e su alcune parti del Victoria. Secondo il servizio meteorologico il 2019 sarà probabilmente tra i quattro anni più caldi mai registrati in Australia dal 1910; probabilmente sarà tra i 10 anni più secchi mai registrate.


L'Australia non è nuova a ondate di caldo molto intense. C'è da dire che quest'anno contribuiscono ulteriori variabili che rendono un clima particolarmente secco e caldo. L'Indian Ocean Dipole su valori fortemente positivi nonché il precedente stratwarming di settembre che ha determinato un abbassamento dell'Indice AO dell'emisfero sud su valori negativi. Tuttavia in un clima più caldo i tempi di ritorno di ondate di caldo di questa portata possono ridursi.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati