26 giugno 2019
ore 9:40
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 2 secondi
 Per tutti

Analisi: Nel periodo estivo non dobbiamo avere a che fare solo con le temperature, ormai abbiamo imparato che quello che più conta assieme al caldo sono i tassi di umidità dell'aria che possono rendere le temperature apparenti ben al di sopra di quelle reali. La famosa "afa" che rende le nostre notti implacabili. L'ondata di caldo estremo che sta per raggiungerci avrà caratteristiche diverse da nord a sud. I picchi termici più elevati saranno affiancati da tassi di umidità relativamente bassi, max 40% u.r. quindi le temperature percepite si discosteranno poco da quelle reali. Con il caldo secco altrimenti detto torrido è anche più facile difendersi perché basta bere molto e quando si sta all'esterno bagnarsi frequentemente il capo e la pelle per provare una immediata sensazione di fresco. Quando l'umidità dell'aria è molto elevata non c'è scampo, perché il sudore resta intrappolato sulla pelle senza evaporare e anche bagnarsi la testa non produce un gran sollievo. 

Faremo quindi questa differenza sostanziale per capire quali saranno le zone con il clima più gradevole sull'Italia nei giorni top di giovedì e venerdì. Escludendo la Val padana, le zone interne della Toscana, del Lazio, l'Umbria e le interne della Sardegna dove le temperature supereranno i 35°C con punte di 40-42°C e ci sarà caldo torrido, il primato di zone più vivibili se lo contenderanno le restanti regioni tra aree con clima secco e aree con clima più umido. Analizzando ad oggi i dati dei modelli matematici e concentrandoci sulle ore centrali della giornata tra giovedì e venerdì notiamo che le zone migliori saranno le coste orientali e settentrionali della Sardegna, le coste campane non oltre il salernitano, le coste ioniche affacciate sul golfo di Taranto, le coste ioniche della Sicilia. Qui la combinazione temperatura più umidità renderà il caldo sopportabile, ottimale. Sarà afoso invece sui litorali della Liguria, tutto l'Adriatico, il medio Tirreno soprattutto il litorale laziale e le coste occidentali e meridionali della Sardegna oltre che la Calabria ionica.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.


Per conoscere lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati