28 aprile 2020
ore 14:21
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 35 secondi
 Per tutti

Il caldo eccezionale di questo aprile 2020 non ha interessato solo l'Asia e in particola la Siberia dove sono state registrate punte fino a 32°C ma anche l'altro capo del Mondo, gli  Stati Uniti e in particolare la Florida anche se temperature anomale sono state registrate un po' su tutto il Golfo del Messico. Quello che fa molto pensare non è il singolo episodio che ci può anche stare in un contesto normale ma la lunga sequenza di giornate con temperature sopra le medie, che testimoniano, quando ce ne fosse ancora bisogno, un cambiamento climatico in atto sul pianeta.


Sin dall'inizio di aprile i valori massimi si sono portati sopra i 30°C soprattutto nel settore meridionale della Florida con Miami che ha raggiunto i 33°C già ben 7°C in più sulla media ma nessuno si aspettava che il caldo sarebbe continuato ininterrottamente fino al giorno 20 aprile quando si sono toccati i 36,1°C, una temperatura di ben 12°C superiore alla media che difficilmente si raggiunge anche in piena estate. Il caldo è poi continuato con toni meno accesi fino alla giornata di ieri con 32°C, la temperatura di 34°C è stata superata per ben 5 giorni, insomma è stato un mese di aprile caldissimo, il più caldo di sempre (in 126 anni di rilevazioni). Se fosse stato il mese di maggio, sarebbe stato il 2° mese di maggio più caldo della storia!! 

L'anomalia sarebbe legata soprattutto ai valori di geopotenziale (pressione atmosferica) particolarmente elevati per il periodo con un soleggiamento maggiore e una minore umidità dell'aria. La rilevanza dell'evento diventa ancora più netta se si pensa che anche il mese di marzo per la Florida era risultato il più caldo di sempre e con questi presupposti i meteorologi pensano che con maggio si potrebbe fare filotto!


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati