6 gennaio 2020
ore 18:00
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 18 secondi
 Per tutti

Una serie di situazioni meteo climatiche contingenti agiscono simultaneamente sull''Australia tanto da determinare un rinforzo del campo anticiclonico. L'Australia sperimenta una delle estati più calde ma anche più secche. La cronaca riporta della grave situazione che sta coinvolgendo da più tempo questa Nazione. Secondo il servizio meteorologico il 2019 sarà probabilmente tra i quattro anni più caldi mai registrati in Australia dal 1910. Ma il 2019 è anche l'anno più secco dal 1902. Questa situazione alimenta i rovinosi incendi oltre alle temperature da record raggiunte. 

  1. durante la primavera si è sviluppato un forte evento di riscaldamento della stratosfera antartica. Questa situazione, che agisce sulla circolazione a larga scala, ha determinato un aumento dell'anomalia positiva del geopotenziale a 500 hPa sull'antartide ed un calo a sud di Tasmania e nuova Zelanda. 



Il valore dell'AAO index in territorio negativo da più mesi è una chiara espressione di una situazione che si ripercuote sulla circolazione dei venti con l'arrivo di aria calda e secca dal deserto verso l'Australia sud orientale.

  1. La presenza dello IOD positivo, una oscillazione termica delle acque sull'oceano indiano. La fase è rimasta molto positiva durante la seconda parte del 2019 raggiungendo un picco nel mese di ottobre. Questa anomalia contribuisce ai moti di subsidenza tipici dell'anticiclone proprio sull'Australia.

Il calo dello IOD e l'aumento della AAO dovrebbero allentare questa situazione stante lo spostamento verso est dell'onda convettiva legata alla Madden Jualian Oscillation

C'è a aggiungere che la tendenza delle temperature sull'Australia è positiva su periodo lunghi.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati