19 maggio 2020
ore 13:39
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 4 secondi
 Per tutti
superciclone Amphan
superciclone Amphan


Il ciclone Amphan ha raggiunto lunedì la categoria 5 equivalente sul Golfo del Bengala con venti oltre i 230 km/h. Notevole il suo approfondimento, da categoria 1 a 5 in un solo giorno. E' il primo ciclone sull'Oceano Indiano del 2020.  Amphan potrebbe essere il più forte ciclone sull'Oceano indiano dal 1999, superando così' il ciclone Odisha che è stato il ciclone tropicale più intenso registrato nell'Oceano Indiano del Nord ma anche tra i più distruttivi con venti oltre i 260 km/h. Nel 1972 il potente ciclone Gonu sul Mar Arabico raggiunse i 265 km/h.

Nelle ultime ore il ciclone ha perso di potenza per via dell'entrata di aria più secca; tuttavia rimane un categoria 4 equivalente con venti oltre i 220 km/h. E' possibile che possa ulteriormente indebolirsi nelle prossime ore. E' previsto impattare mercoledì tra Odisha e Bangladesh con piogge torrenziali e inondazioni. Nel frattempo oltre 1 milione di persone sono state fatte evacuare.  La città di Calcutta si troverebbe proprio lungo la sua traiettoria.  È probabile che la regione costiera possa essere interessata da venti oltre i 160 km/h mentre il ciclone tocca la terra ferma. Le precipitazioni cumulate stando ai modelli numerici potrebbero essere superiori ai 400mm.

possibile percorso di Amphan secondo Ecmwf
possibile percorso di Amphan secondo Ecmwf

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati