20 marzo 2019
ore 8:08
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 0 secondi
 Per tutti


Potrebbero essere molte di piu' le vittime causate dal passaggio del ciclone Idai, uno dei più forti di sempre per la zona, che ha devastato negli ultimi giorni il Mozambico; una prima stima parlava di quasi un centinaio. Il presidente parla di una catastrofe di grandi proporzioni. Colpita in particolare la città di Beira, una città portuale dell'Oceano Indiano di mezzo milione di persone, verso la fine di giovedì. Il ciclone, un equivalente di categoria 3, si è poi trasferito verso lo Zimbabwe e il Malawi con forti venti e piogge torrenziali. Ma ci sono voluti giorni perché la portata del disastro venisse messa a fuoco in Mozambico; le strade interrotte, i ponti distrutti i e il black out elettrico rendono difficile ai soccorsi raggiungere le aree colpite e valutare con certezza.

Molti i villaggi sommersi dalle acque. Le agenzie delle Nazioni Unite e la Croce Rossa si sono mobilitate per raggiungere la popolazione. Nel 2000,il Mozambico è stato colpito da gravi inondazioni causate da settimane di forti piogge. Circa 700 persone sono state uccise in quella che è stata considerata la peggiore inondazione in 50 anni.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati