20 novembre 2020
ore 23:46
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
6 minuti, 53 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo, forte maltempo su parte d'Italia
Cronaca meteo, forte maltempo su parte d'Italia

AGGIORNAMENTO SERALE: il vortice ciclonico continua la sua corsa sul Tirreno puntando verso il Canale di Sicilia. La perturbazione ad esso associata sta impegnando il Centrosud, in particolare il medio-basso versante Adriatico dove attualmente abbiamo le precipitazioni più consistenti, con piogge e rovesci anche intensi specie tra Abruzzo, Molise, alta Puglia. Rovesci che si vanno organizzando anche tra Basilicata, Calabria, Campania e Sicilia nord orientale, localmente a sfondo temporalesco. Piogge e temporali impegnano anche la Sardegna. Punte di oltre 40-50mm si registrano tra Marche, Abruzzo, Molise e foggiano, in aumento, fino a oltre 80mm sul teramano. Accumuli importanti si sono registrati anche sul viterbese, oltre 30mm, e sul salernitano, oltre 60mm. Il maltempo nelle prossime ore si concentrerà soprattutto al Sud, Abruzzo e sulle Isole Maggiori.

TRACOLLO TERMICO, NEVE IN APPENNINO - Nel frattempo l'aria fredda richiamata dal vortice sta dilagando su gran parte dello Stivale ma in particolare sul versante adriatico, tanto che sta nevicando tra Marche, Abruzzo e Molise mediamente oltre i 1200-1400m, ma a tratti anche più in basso. Nevica a Roccaraso, Capracotta, Pescocostanzo, Passo Lanciano. In nottata la neve potrà scendere a tratti sotto i 1000m sull'Appennino centrale. 

BURRASCHE DI VENTO - Nel frattempo soffiano forti venti tra Maestrale, Grecale e Tramontana, con raffiche anche di oltre 80-90km/h al Centro, sia sulle coste che in Appennino, così come sulla Sardegna.

SITUAZIONE. Il fronte freddo provenuto dalla Scandinavia ha valicato nella notte l'arco alpino e si è riversato su buona parte delle nostre regioni centro-settentrionali, dando vita ad una fase di maltempo. A pilotarlo è un vortice che si sta scavando in queste ore sul Tirreno settentrionale e che in giornata scivolerà rapidamente verso quello meridionale. In particolare i fenomeni si concentrano in avvio di giornata su est Lombardia, Triveneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche e parte di Abruzzo, Lazio ed Umbria. Saltato il Nordovest, dove sono già in atto ampie schiarite, ancora fuori dai giochi il Sud, in attesa dell'arrivo del fronte.

LA PERTURBAZIONE RAGGIUNGE IL SUD. Prosegue l'avanzata della perturbazione verso le regioni meridionali e Campania, Molise, alta Puglia, ma anche parte della Calabria sono alle prese con l'arrivo del maltempo. In Campania forti rovesci interessano il Salernitano, con accumuli pluviometrici fino a 45mm. Piogge battenti sul Molise e fenomeni che stanno ormai agguantando l'alta Puglia tra Tavoliere e Gargano.

MALTEMPO IN INTENSIFICAZIONE IN SARDEGNA. Nel corso del pomeriggio il maltempo si è intensificato anche in Sardegna con piogge e rovesci che dalle aree settentrionali si sono propagati verso sud. Sul Sassarese fino ad ora si registrano i fenomeni più intensi, con accumuli pluviometrici di oltre 20mm sull'entroterra sassarese.

NEVE IN CALO ANCHE SULL'APPENNINO ABRUZZESE. Mentre le precipitazioni si intensificano le temperature calano drasticamente anche sull'Appennino Abruzzese, dove i fiocchi si spingono fin verso i 1400m. Ai 2100m di Campo Imperatore, ai piedi del Gran Sasso, la temperatura continua a scendere e dagli zero gradi di questa mattina la colonnina segna -3°C nel pomeriggio.

MALTEMPO SUL CENTRO ITALIA. La perturbazione continua a spostarsi verso sud e dopo aver lasciato l'Emilia Romagna si concentra sulle regioni centrali. In particolare è il versante adriatico alle prese con i fenomeni più intensi, concentrati soprattutto in Abruzzo, dove si è avuto anche qualche temporale nel primo pomeriggio sulla costa. In poche ore gli accumuli pluviometrici hanno raggiunto i 45mm a sud di Pescara, mentre sul Teramano si superano i 60mm

SI ATTENUANO I FENOMENI IN EMILIA. Prime schiarite in Emilia Romagna dopo la fase di maltempo che ha caratterizzato la mattinata, con il sole che torna a vedersi a sprazzi in prossimità del confine con il Veneto. Gli ultimi rovesci si attardano all'ora di pranzo sulla Romagna, compresa la fascia appenninica dove assumono carattere nevoso oltre i 1200m circa. Sul resto della regione i fenomeni risultano ormai assenti. Quanto agli accumuli pluviometrici si registrano valori fino a 45mm sull'Appennino Modenese, 35mm su quello Romagnolo.

MAREGGIATA SULLA COSTA MARCHIGIANA. I forti venti di Grecale che spazzano l'Adriatico hanno raggiunto anche la costa marchigiana, provocando mareggiate soprattutto tra Pesarese e Anconetano. Sulla costa pesarese si registrano raffiche che sfiorano gli 80km/h.

FORTE VENTO IN APPENNINO. Raffiche tempestose di Grecale stanno interessando anche la dorsale appenninica settentrionale, in particolare i crinali spartiacque tra Emilia e Toscana dove si superano abbondantemente i 100km/h. Si registra addirittura una raffica di 170km/h al Passo Croce Arcana, a 1700m sull'Appennino Modenese.

MAREGGIATE IN ROMAGNA. Le forti raffiche di vento da nordest che stanno soffiando sull'alto Adriatico causano mareggiate sulle coste, come sta avvenendo in Romagna. Qui i venti soffiano intorno a 60-80km/h ma con raffiche che hanno raggiunto gli 88km/h a Cesenatico, 95km/h sul Riminese.

MALTEMPO AL NORDEST. La perturbazione ha ormai abbandonato l'arco alpino, dopo aver scaricato qualche debole nevicata su quello centro-orientale oltre i 900/1000m e si concentra in mattinata sulle pianure venete, della Lombardia orientale, Friuli e soprattutto in Emilia Romagna. In particolare tra Bolognese e Romagna gli accumuli pluviometrici raggiungono già i 25/30mm, con fenomeni che si concentrano a ridosso dell'Appennino.

ROVESCI IN LIGURIA. Sebbene il Nordovest si saltato dagli effetti del fronte sulla Liguria centro-orientale questo risulta attivo e dà luogo a piogge e rovesci tra Genovese e Spezzino, con qualche fenomeno che riesce addirittura a sconfinare all'angolo sudorientale del Piemonte.

NEVE IN APPENNINO. Sull'Appennino Emiliano l'aria fredda che spinge il fronte sta provocando un sensibile abbassamento del limite delle nevicate, con fiocchi mediamente dai 1000m, ma a tratti fino a 800m sul settore modenese. Imbiancata Sestola, dove nel giro di quasi 24 ore la temperatura è crollata dai 14°C di ieri pomeriggio agli 0°C di questa mattina. Più in quota si registrano almeno 10cm di accumulo a 1500m, nel comprensorio del Monte Cimone. Neve anche sull'entroterra ligure di Levante dai 1000/1200m e sul versante toscano dell'Appennino.

PIOGGE SUL CENTRO ITALIA. Il fronte intanto ha raggiunto anche le regioni centrali e dà luogo a piogge e rovesci su Marche, Toscana, Umbria, fino ai settori settentrionali di Lazio e Abruzzo. Gli accumuli pluviometrici più importanti si registrano sul versante tirrenico sull'Elba, con punte di 40mm, su quello adriatico sul settore marchigiano settentrionale, con valori fino a quasi 25mm sul Pesarese.

VENTI IN RINFORZO. Con l'approfondimento del minimo di pressione sul tirreno i venti stanno subendo un sensibile rinforzo a cominciare dai bacini centro-settentrionali. Si segnalano raffiche di Maestrale fino a 80km/h in Sardegna, Bora fino a 100km/h a Trieste, Grecale sostenuto sulla Romagna, ma anche sulle vallate toscane ed umbre.

METEO PROSSIME ORE. Il maltempo mollerà rapidamente la presa al Nord con ampie schiarite che dal Nordovest si estenderanno nel pomeriggio al Triveneto ed infine anche all'Emilia Romagna, dove i fenomeni proseguiranno ancora per la mattinata, con neve dagli 800/1000m. Maltempo al Centro con fenomeni che in giornata si concentreranno soprattutto sul versante adriatico tra Marche e Abruzzo. Qui il limite neve calerà in giornata, fino a 1500m in serata sul settore laziale-abruzzese. Sempre in serata fenomeni in attenuazione sul versante tirrenico. Tempo in peggioramento anche in Sardegna con piogge e rovesci soprattutto dal pomeriggio, tendenti a concentrarsi sul versante tirrenico. Attese nevicate sui rilievi dell'entroterra fino a 1300/1400m in serata. In giornata il maltempo raggiungerà il Sud con prime piogge in mattinata sulla Campania, in successiva estensione a Calabria, nord Sicilia, Lucania e alta Puglia, in intensificazione in serata. Venti forti a rotazione ciclonica intorno al Tirreno. Temperature in diminuzione. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per la previsione per sabato clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati