31 maggio 2020
ore 8:40
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 43 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE. La configurazione barica su scala europea non è al momento di quelle favorevoli a particolari ondate di calore capaci di far salire le temperature in Italia su valori da piena estate. L'anticiclone rimane sbilanciato lungo i paralleli e dall'Europa più occidentale si protende verso latitudini settentrionali andando ad abbracciare la Scandinavia, lasciando aperto lungo il suo fianco destro un canale di correnti fresche provenienti dal Nord Europa e dirette verso i Balcani. L'Italia rimarrà nel mezzo, in parte condizionata dai refoli freschi e a tratti instabili settentrionali, con temperature per il momento entro i parametri del periodo.

TEMPERATURE FINO A INIZIO GIUGNO. Tuttavia con l'inizio di giugno l'anticiclone tenterà una timida espansione più ad est, tentando di abbracciare anche il Mediterraneo centrale e l'Italia. In questa circostanza il tempo tenderà a stabilizzarsi parzialmente sulle nostre regioni e le temperature coglieranno l'occasione per recuperare alcuni gradi, soprattutto al Nord, in Sardegna e sulle regioni dell'alto Tirreno. Su alcune zone della Val Padana si potranno anche raggiungere punte di 27/28°C laddove il sole agirà indisturbato, specie lungo il corso del Po e sulle zone interne sarde.

TENDENZA SUCCESSIVA. Ma già dalla metà della prima settimana di giugno lo spostamento dell'alta pressione dalla Scandinavia verso ovest, fino all'Atlantico, consentirà l'ingresso di correnti più fresche settentrionali verso l'Italia con conseguente calo delle temperature su alcune delle nostre regioni, settentrionali in primis. I valori più alti si raggiungerebbero quindi al Sud e sulle sulle maggiori, laddove il getto fresco settentrionale non riuscirebbe ad arrivare, ma con la colonnina di mercurio che non sembra comunque intenzionata ad impennarsi su valori degni di nota.

Meteo. Clima CALDO ESTIVO, ecco quando POTREBBE ARRIVARE

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati