11 novembre 2019
ore 15:59
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 6 secondi
 Per tutti

Correnti polari da giorni affluiscono in Scandinavia e stanno favorendo temperature glaciali che in alcuni casi rappresentano dei veri e propri record per il mese di novembre. L'area più gelida è come sempre la Lapponia, oltre il Circolo Polare Artico, dove la colonnina tra la fine della settimana e oggi, lunedì, ha raggiunto valori impressionanti con punte anche di -35°C. Come accaduto in Svezia questa mattina a Nikkaluokta, località di fondovalle non lontano dal confine norvegese al 68° parallelo nord.

Proprio in Norvegia la minima di oggi è scesa fino a -34°C, mentre a Muonio in Finlandia si sono toccati domenica i -30,6°C, valore che rappresenta un nuovo record minimo giornaliero per il mese di novembre. Il precedete infatti risaliva all'anno 1980. Il clima si 'scalda' avvicinandosi verso il Golfo di Botnia, con Rovaniemi, il paese di Babbo Natale,che ha fatto registrare una minima di -15°C, dove però sono corso nevicate.

Proprio nei prossimi giorni le temperature torneranno a salire progressivamente sulla Lapponia, grazie al richiamo di correnti meridionali innescate da una depressione in approfondimento da martedì sul Mare del Nord, ma con clima sempre più umido tanto che che sono attese nevicate anche copiose fino a mercoledì.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati