1 dicembre 2019
ore 9:13
di Francesco Nucera
tempo di lettura
46 secondi
 Per esperti

Dicembre inizierà con un 'displacement' del vortice polare stratosferico. In pratica il vortice subirà un rinforzo ed una graduale rotazione in senso antiorario attorno al proprio asse; letteralmente si coricherà sul comparto euro asiatico. Questo accade perchè il primo riscaldamento minor partito dall'area siberiana punzecchia il vortice da un lato fino a potenziare l'anticiclone stratosferico sul Pacifico.

Nel contempo il vortice polare troposferico si ricompatta tanto che i valori degli indici AO e NAO subiscono un rialzo. Ciò comporterà un rialzo di latitudine del treno di perturbazioni che hanno interessato il mese di novembre. La prima decade di dicembre dunque potrebbe trascorrere scialba con solo qualche disturbo di passaggio.

Sarà interessante seguire l'evoluzione successiva quando il vortice polare stratosferico, decentrato sulla Siberia, subirà l'attacco di nuovi riscaldamenti.

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati