14 marzo 2019
ore 10:17
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 20 secondi
 Per tutti


Gli Stati Uniti sono alle prese con il passaggio di un intenso vortice di bassa pressione. Si tratta di una ciclogenesi 'esplosiva' data la caduta di pressione in poco tempo.  La rapida caduta di pressione e il vento di gradiente sta generando venti molto forti che raggiungono l'intensità di uragano, anche superiori ai 50 nodi. La pressione attesa di 971 hPa per il Colorado potrebbe essere da record per questi tipi di cicloni extratropicali. Stando proproprio alla pressione atmosferica potrebbe infatti trattarsi del ciclone extratropicale piu' profondo degli ultimi 40 anni per queste zone. Sono in fase di verifica altri record di pressione battuti su altri Stati.


Oltre ai disagi del vento ci sono quelli per le piogge intense e per le nevicate. Inondazioni sono segnalati nel Sud Dakota. Circa 100 veicoli sono risultati invece bloccati per una vera e propria tormenta di neve che ha colpito il Colorado e il Nebraska. Chiuso l'aeroporto di Denver dove sono stati cancellati più di 1300 voli in entrata ed uscita da Denver.  In Nebraska è stato dichiarato lo stato di emergenza; di per sé lo Stato negli ultimi mesi ha vissuto condizioni di forte maltempo. Numerosi gli incidenti automobilistici e migliaia di abitazioni che risultano senza energia elettrica



Il ciclone da record si è formato sulle coste del Pacifico e si è messo in moto verso il cuore del Continente americano. Sulla terraferma è stato agganciato da una nuova saccatura che gli ha fornito altra energia. Si muoverà verso Nord Est.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati