4 dicembre 2021
ore 23:52
di Carlo Migliore
tempo di lettura
3 minuti, 29 secondi
 Per tutti

NUBI E PRIMI FENOMENI TRA LIGURIA E TOSCANA, MASSIME NON OLTRE I 5°C IN VALPADANA: la perturbazione che porterà l'atteso peggioramento del tempo si sta addossando in queste ore all'arco alpino determinando delle prime nevicate tra la Valle d'Aosta e i settori Pennini confinali mentre una nuvolosità prefrontale inizia a interessare il medio e alto Tirreno. Per ora i fenomeni sono molto deboli e prevalentemente tra la costa ligure orientale e la Toscana settentrionale ma la copertura nuvolosa è compatta. Molte nubi anche al Nord con massime da pieno inverno, generalmente inferiori ai 5°C in Valpadana con valori anche di soli 2°C come ad Alessandria e nel Pavese. E' l'effetto del cuscino di aria fredda mantenuto al suolo dalle inversioni termiche e dalle nebbie. Freddo invernale anche nelle vallate del Centro soprattutto tra Umbria e Toscana con valori in pianura attorno ai 5-6°C. Clima meno freddo al Sud e sulle Isole complice anche il sole, con massime anche intorno ai 17°C.

NUBI FOSCHIE E NEBBIE AL NORD CON CLIMA FREDDO IN PIANURA, SI ATTENUA IL MALTEMPO AL SUD: una fredda giornata invernale per le regioni settentrionali dove la copertura nuvolosa bassa e le foschie hanno mantenuto le temperature su valori decisamente sotto media. Solo 2°C a Parma alle ore 12:00, 1.5°C nel Pavese, 3°C nel Piacentino, 5°C a Milano, 6°C a Torino. Sotto media anche la Liguria dove è presente anche qualche pioviggine. Freddo anche al Centro soprattutto nelle valli della Toscana, in Umbria e nelle interne marchigiane con valori sempre alle 12:00 di 4-6°C. Situazione molto diversa al Sud dove l'allontanamento dell'ultima perturbazione sta favorendo cieli sereni con temperature sopra ai 10°C, fino a 16-17°C in Sardegna e sulla Sicilia.

TORNA IL MALTEMPO E ANCHE LA NEVE - Correnti molto fredde di estrazione polare e artica continuano ad affluire verso il nord Atlantico alimentando una profonda circolazione di bassa pressione. Una nuova perturbazione associata a un vortice ciclonico in approfondimento sul Mare del Nord tende a interessare l'Italia. Viaggerà in un letto di correnti nord occidentali per cui le Alpi riusciranno a proteggere una parte del Nord, soprattutto l'estremo Nordovest mentre l'Appennino manterrà parzialmente sotto vento le regioni adriatiche. Altrove e quindi soprattutto al Nordest e lungo le regioni tirreniche avremo fenomeni anche importanti. Di rilievo sarà anche la ventilazione, attesa forte dai quadranti occidentali o sud occidentali con locali mareggiate sulle coste del medio alto versante tirrenico. Vediamo allora la previsione per le prossime ore di questa giornata di sabato mentre qui troverete il tempo previsto tra domenica e lunedì. 

PREVISIONE SABATO 4 DICEMBRE PROSSIME ORE: Nord, al mattino parziali schiarite sul Piemonte, la Liguria occidentale e i settori prealpini. Nubi sulle Alpi con nevicate per lo più oltre confine dai 900-1100m dei settori centro occidentali ai 1700m di quelli Marittimi. Qualche pioggia in Liguria, nubi sparse e locali foschie altrove. Tra pomeriggio e sera peggiora su est Liguria, Lombardia, Triveneto ed Emilia Romagna con piogge e rovesci, anche temporaleschi sulla Liguria. Neve su Alpi e Prealpi in calo a fine giornata fino a 300-500m dei settori orientali, 600-900m dei settori centrali e oltre 900-1100m di quelli occidentali. Centro, qualche debole pioggia fin dal mattino sull'alta Toscana con fiocchi in Appennino dai 600-800m. Altrove maggiori schiarite. Tra pomeriggio e sera peggiora in Sardegna e sull'area tirrenica con piogge sparse, anche abbondanti a fine giornata e localmente  sfondo temporalesco. Resistono aperture sulle regioni adriatiche. Sud, residui annuvolamento ed eventuali fenomeni sulla Sicilia settentrionale in esaurimento, soleggiato altrove. Peggiora entro sera sulla Campania con qualche pioggia. Temperature stazionarie o in lieve aumento al Centro-Sud. Venti tesi o forti dai quadranti occidentali o sud occidentali con locali mareggiate su nord Sardegna, Toscana e alto Lazio. Mari molto mossi, fino ad agitati i bacini settentrionali e occidentali.  


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati