8 febbraio 2021
ore 7:28
di Francesco Nucera
tempo di lettura
2 minuti, 24 secondi
 Per tutti
Anomalie °C a 2m attese in Europa
Anomalie °C a 2m attese in Europa

Un nuovo assetto barico è atteso per metà mese nel cuore dell'Europa. Il lobo siberiano del VORTICE POLARE cambierà nuovamente le carte in tavola determinando una intrusione delle correnti artiche su diverse Nazioni. Questa situazione sarà generata da un poderoso quanto improvviso aumento della pressione tra Europa occidentale Scandinavia che di fatto piloterà i gelidi venti dalla Russia verso l'Europa centro orientale e in parte anche verso la nostra Penisola. E' possibile che questo blocco anticiclonico possa successivamente spostarsi con movimento retrogrado verso la Groenlandia con nuovi scenari tutti da valutare.

Scenario atteso per metà febbraio
Scenario atteso per metà febbraio

Questa dinamica può essere legata agli effetti dello Stratwarming che ha diviso il vortice polare in gennaio ma che ancora sta condizionando la circolazione a larga scala. Ad un mese dalla data della sua ufficialità il vortice polare infatti si presenta ancora debole e piuttosto disturbato per via di anticicloni che rimangono alti di latitudine; questo aumenta la probabilità di incursioni gelide da una parte ma anche di risalite calde dall'altra. 

vortice polare, sezione verticale (fonte stratobserve)
vortice polare, sezione verticale (fonte stratobserve)

Davvero notevole il divario termico che registriamo attualmente tra nord e sud del Continente secondo un meteo 'estremo'. Gennaio 2021 ha inoltre il valore più basso dell'indice NAO da 11 anni.

meteo 'estremo' in Europa
meteo 'estremo' in Europa

In questo contesto si inserisce infatti un massiccio trasporto di sabbia rossa che, dal deserto algerino, risale il Mediterraneo per raggiungere il cuore del Vecchio Continente. La polvere ha colorato di giallo o arancio la neve e il cielo su diverse zona dell'Europa centro meridionale. Alcune immagini sono surreali


La risalita del ramo del getto sub tropicale nel contempo rafforza l'anticiclone sub tropicale sull'Europa meridionale. Temperature primaverili sono state registrare al Centro Sud Italia negli ultimi giorni con valori di 20-23°C e punte fino a 29°C a Palermo per via dei venti di caduta dai rilievi. Spiccano inoltre i 27°C in Sardegna, i 25°C in Calabria, fino a 22°C a Roma in piena notte. Ma il clima decisamente mite è una caratteristica anche di Corsia, Serbia, Macedonia ed Austria. E' singolare altresì il fatto che in tre settimane siano stati registrati valori prossimi ai 29-30°C sull'Europa meridionale con tre episodi consecutivi in Spagna, due in Grecia e due in Sicilia.

rimonta calda sub tropicale sull'Europa sud orientale
rimonta calda sub tropicale sull'Europa sud orientale

C'è anche chi ne ha approfittato per fare un bagno in mare fuori stagione...

Ricade in questa dinamica il gelo estremo in Siberia e ora anche sul Nord America tanto che nelle prossime due settimane diversi record di freddo potranno essere messi in discussione

attesa una massiccia irruzione di aria gelida sul Nord America
attesa una massiccia irruzione di aria gelida sul Nord America

Le ondate di gelo precedono il rinforzo del VORTICE POLARE STRATOSFERICO che sancisce la fine del lungo periodo condizionato dallo Stratwarming ma che nello stesso tempo esaspera le dinamiche che caratterizzeranno le prossime settimane. Seguiranno aggiornamenti in merito, seguiteci.

rinforzo del vortice polare stratosferico
rinforzo del vortice polare stratosferico

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati