13 aprile 2021
ore 8:23
di Francesco Nucera
tempo di lettura
56 secondi
 Per tutti
Europa divisa tra estate e inverno
Europa divisa tra estate e inverno

Continua il tempo bizzarro in Europa; dopo il caldo anomalo di fine marzo freddo e neve a quote basse si susseguono su diverse Nazioni dell'Europa centro settentrionale. Gelate mattutine si ripropongono ancora in Francia con punte fino a -5°C in aperta campagna. Ma il freddo pungente è presente anche altrove, in particolare sulla Gran Bretagna.

Quella del 12 aprile è stata la notte più fredda in Gran Bretagna dal 2013; a Tulloch Bridge, in Scozia, il termometro è sceso fino a -9,4°C. Freddo anche in Germania, Paesi Bassi, Benelux. La neve interessa in maniera abbondante le Alpi mentre il maltempo raggiungere il Mediterraneo.

Si è invece ribaltata la situazione sui Balcani: pochi giorni dopo la neve record, Belgrado è ora la capitale più calda d'Europa con la temperatura massima che ha raggiunto i +25,6°C. Diverse località della Serbia hanno superato i 25°C. Primi +20°C raggiunti in Estonia e a San Pietroburgo quest'anno. Queste variazioni significative, tra fine marzo ed inizio aprile, hanno anche riguardato l'Europa centro settentrionale col passaggio repentino e brusco dall'estate all'inverno.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati