21 febbraio 2019
ore 23:40
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 53 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE. L'area di alta pressione particolarmente estesa e robusta che sta dominando gran parte del continente europeo sta per subire una modifica nella sua struttura, con una conseguente netta inversione di tendenza nel corso del weekend. Da venerdì infatti si assisterà ad un suo prolungamento dall'Europa sudoccidentale verso la Scandinavia, con posizionamento di un massimo barico di oltre 1040hPa in prossimità del Baltico, che innescherà la discesa di aria di origine artica lungo il suo fianco destro.

La massa di aria fredda scorrerà rapidamente da nord a sud lungo il territorio russo e sugli stati confinanti, fino a raggiungere la Penisola balcanica e immediatamente dopo il Sud Italia a partire dall'Adriatico. Ne conseguirà una sensibile diminuzione delle temperature su gran parte d'Italia nel weekend con una certa instabilità e nevicate anche quote molto basse. Solo al Nord e sul medio-alto Tirreno il tempo si manterrà più stabile, pur con un apprezzabile calo termico. Ma vediamo più nel dettaglio l'evoluzione per il prossimo weekend:

VENERDI'. Rapido cambiamento per l'avvicinamento della massa di aria fredda dalla Russia: nubi in aumento sin dalle prime ore del giorno su adriatiche e Sud con deboli piogge in arrivo su Puglia, Lucania, Calabria e nord Sicilia. In serata qualche fenomeno in estensione al medio Adriatico, fino alle basse Marche. Iniziano a calare le temperature e la quota neve, con fiocchi fino a 1000/1200m sulla dorsale. Stabile e soleggiato sul resto d'Italia.

SABATO. Irrompe con decisione l'aria fredda su quasi tutta Italia e le temperature subiscono un generale calo anche sensibile, specie al Sud e sull'Adriatico. Il tempo rimane a instabile sul medio basso Adriatico con piogge sparse su Abruzzo, Puglia, dorsale meridionale, Calabria ed est Sicilia. Fenomeni che si intensificheranno entro sera sul tacco dello Stivale e sulla Sicilia centro-orientale con rovesci e neve dai 300/500m sulla dorsale, a quote inizialmente più elevate in Sicilia dove però crolleranno verso sera con fiocchi in abbassamento fino a 300/400m. Nulla altrove con solo un po' di nubi sulla Val Padana.

DOMENICA. Proseguirà per buona parte del giorno l'instabilità all'estremo Sud con rovesci in Sicilia (specie orientale), Calabria (specie ionica), tendenti ad attenuarsi entro sera. Limite neve sui 300/500m, in rialzo in giornata. Sul resto d'Italia tempo più stabile ma piuttosto fresco al mattino, con minime anche sotto zero al Centro-Nord.

Andamento termico previsto per i prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici

Segui l'evoluzione in diretta attraverso la nostra sezione satelliti

Precipitazioni in corso. Per i dettagli entra nella nostra sezione radar

Segui il tempo in atto in Italia attraverso la nostra sezione webcam

Come varieranno le temperature nei prossimi giorni? Scoprilo nella nostra sezione MAPPE

Non farti sorprendere dalle condizioni meteo-marine: consulta la nostra sezione MARI e VENTI

Segui l'evoluzione meteorologica in tempo reale dai satelliti ad alta risoluzione presenti nella nostra sezione SATELLITI

Consulta la mappa dei pollini.

Consulta la mappa dei pollini.

Consulta la sezione VENTI e MARI per i prossimi giorni.

Entra nella nostra fotogallery e consulta le ultime immagini disponibili

Entra nella nostra videogallery e consulta gli ultimi filmati disponibili

Appassionato di sci? Consulta il bollettino neve per le varie località sciistiche

Previsioni fino a 15 giorni. Clicca qui

FOCUS NEVE AL SUD (MAPPA)

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati