18 febbraio 2020
ore 21:20
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 6 secondi
 Per tutti
Scarti termici di gennaio 2020 rispetto alla media (Fonte immagine NOAA)
Scarti termici di gennaio 2020 rispetto alla media (Fonte immagine NOAA)

GENNAIO 2020 IL PIU' CALDO DI SEMPRE. Le misurazioni ufficiali sono partite 141 anni fa e da allora il mese di gennaio che a livello globale è risultato il più caldo è proprio quello del 2020 con un'anomalia positiva di 1,14°C rispetto alla media del 20° secolo. A guidare la classifica dei paesi più caldi è stata la Russia, sia nel suo settore europeo che in quello asiatico, con uno scarto di almeno 5°C oltre la media 1981/2000, ma hanno tenuto testa zone come Canada orientale e Australia orientale, dove gli scarti sono stati tra i 4 e i 5°C positivi. Scarti tra 0 e +1°C si registrano sulle Americhe e in Africa, mentre a seguire un andamento diametralmente opposto è stata l'Alaska, con scarti fino a 5°C negativi.

IN ITALIA +1,4°C OLTRE LA MEDIA. Anche l'Italia rientra tra i paesi che hanno visto temperature superiori alla media, seppur non si tratti di scarti da record come avvenuto in altre parti del mondo. Sullo Stivale lo scarto dalla media 1981-2000 è stato di 1,4°C positivi ed in particolare tale trend è stato più incisivo al Nordovest, complici anche i frequenti episodi di fohn che hanno portato le massime temporaneamente oltre i 20°C. Al contrario si registrano scarti irrilevanti in Sicilia, dove le temperature si sono mantenute pressoché in media. In generale si può affermare che in Italia quello del 2020 è stato il 9° gennaio più caldo di sempre, con gennaio 2007 che continua ad essere il detentore del primato assoluto di ben 2,38°C oltre la media.

PRECIPITAZIONI INFERIORI ALLE MEDIE NEL SUD EUROPA. Quanto alle precipitazioni in Europa si registra una distribuzione inferiore alle medie su gran parte del sud del Continente e quindi anche in Italia, con valori fino al 25% in meno al Sud e al 50% al Nord. Fa eccezione la Penisola Iberica, frequentemente coinvolta da depressioni mediterranee che hanno avuto anche risvolti alluvionali.

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Per conoscere in tempo reale dove sta piovendo o nevicando consulta la nostra sezione Radar, con immagini in Real Time delle precipitazioni sia a livello nazione che regionale.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati