26 ottobre 2019
ore 13:28
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 9 secondi
 Per tutti

Situazione: A poco più di una settimana dal passaggio del tifone Hagibis che ha portato morte (almeno 88 vittime) e distruzione nelle isole centro meridionali dell'arcipelago, il Giappone torna a fare i conti con il maltempo e anche questa volta ci sono vittime ma i settori più colpiti sono adesso quelli nord orientali. Le piogge torrenziali e alluvionali sono state  causate da una bassa pressione che si è sviluppata sul Pacifico dopo l'arrivo di correnti di aria fredda direttamente dalla Siberia verso il mar del Giappone, una configurazione esplosiva che ha causato precipitazioni di eccezionale violenza.

In poche ore le precipitazioni medie dell'intero mese di Ottobre, circa 200mm nelle prefettura di Chiba, di Fukushima e nella città di Iwaki, a nord est di Tokyo, dove corsi di acqua hanno rotto gli argini e le autorità hanno evacuato intere aree abitate. Frane e smottamenti si sarebbero poi verificati a causa delle inondazioni distruggendo molte abitazioni. Secondo le autorità almeno 10 persone hanno perso la vita mentre 4 risulterebbero ancora disperse. Cancellati 20 voli all'aeroporto di Narita e alcuni servizi ferroviari nelle prefetture di Chiba e Ibaraki per il fango che ha ostruito le rotaie e allagato le stazioni. La prefettura di Chiba ha chiesto al governo di inviare le Forze di Autodifesa per gestire l'emergenza.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati