30 ottobre 2019
ore 12:21
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 24 secondi
 Per tutti

Situazione: la prima irruzione di aria artica della stagione ha portato l'inverno sul nord Europa. Da circa 24 ore nevica abbondantemente su mezza scandinavia, Baltico e gran parte della Russia europea, in queste ultime ore anche a Mosca. Non si tratta di un evento eccezionale visto che siamo a cavallo di novembre e che parliamo di latitudini molto settentrionali ma è sicuramente il primo evento di rilievo dopo un'autunno molto mite che ha visto fino a una settimana caldo anomalo e temperature sopra media su diverse nazioni.

Così Mosca passa dai +17°C ai -1°C con neve perdendo ben 18°C in 6 giorni, situazione analoga per San Pietroburgo che perde 15°C in soli 5 giorni e per le capitali baltiche come Riga, Vilnius e Tallin tutta attualmente sotto fitte nevicate con temperature che oscillano tra 0 e -1°C. I fenomeni più abbondanti lungo le coste norvegesi settentrionali con vere e proprie bufere di neve nell'area dei Fiordi

L'aria fredda è dilagata anche su Polonia, Germania, Europa danubiana e Ucraina. In particolare questa notte minime sottozero hanno interessato gran parte delle pianure tedesche e polacche con valori scesi fino a -3°C a Berlino e -2° a Varsavia. Molto freddo anche in Ucraina con -4° a Kiev. Queste condizioni dureranno ancora per le prossime 24-48 ore poi la circolazione cambierà nuovamente a causa dell'approfondimento di una depressione atlantica sul comparto occidentale che richiamerà correnti meridionali su mezza Europa, fino alle pianure russe ed al Baltico. Il freddo e la neve resisteranno in parte solo sull'estremo nord scandinavo e l'alta Russia.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati