12 novembre 2020
ore 13:23
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 5 secondi
 Per tutti
buco ozono antartico (fonte Nasa)
buco ozono antartico (fonte Nasa)


Il buco stagionale dell'ozono sull'Antartide persisterà fino a novembre secondo la NASA. Ogni inverno nell'emisfero australe, al ritorno dei raggi solari accadono sulle nubi stratosferiche polare (che si formano a causa delle basse temperature) delle interazioni che erodono l'ozono. Le basse temperature in stratosfera, una caratteristica di queste ultime settimane, tenderanno a persistere per buona parte del mese di novembre. 

VORTICE STRASTOSFERICO MOLTO FREDDO. Il vortice polare non solo presenta velocità molto elevate che hanno raggiunto un valore record per il periodo ma anche temperature eccezionalmente basse. In pratica è l'esatto opposto dello scorso anno quando i valori risultavano alti a causa di un raro evento di stratwarming. 

temperature eccezionalmente basse in stratosfera antartica
temperature eccezionalmente basse in stratosfera antartica

E' proprio la situazione del vortice polare a contribuire ad un buco dell'ozono molto esteso e profondo, si tratterebbe della dodicesima estensione più bassa nell'era satellitare. Seppur questa situazione è dettata dal tipo di circolazione e dunque da una variabilità meteorologica interna c'è da dire che senza il protocollo di Montreal sulla riduzione dei CFC il buco sarebbe potuto esser più grande. L'ozono è un gas che nella stratosfera agisce come un 'filtro solare' per la vita sulla Terra. In quella regione infatti l'ozono protegge il nostro pianeta dalle radiazioni ultraviolette 


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati