25 ottobre 2019
ore 21:10
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
3 minuti, 18 secondi
 Per tutti

PIEMONTE. Si è esaurita la pesante ondata di maltempo che ha investito le regioni settentrionali, in particolare il Nordovest, quelle centrali tirreniche e da ultime le isole maggiori. I maggiori disagi fino ad ora si sono avuti in Piemonte, dove le piogge sono cessate ma rimane alto il livello dei corsi d'acqua, alcuni dei quali sono anche esondati. Proprio nella serata di giovedì i Vigili del Fuoco hanno dovuto eseguire l'ennesimo intervento per salvare con l'elicottero un gruppo di pescatori rimasti bloccati su un isolotto in mezzo al Po, nei pressi di Chivasso (TO), con il livello dell'acqua che è improvvisamente salito. Nel Canavese (TO) l'ingente accumulo pluviometrico (oltre 100mm in 24 ore) ha provocato un progressivo innalzamento della portata del torrente Orco, nell'omonima valle, fino al superamento del livello del livello di guardia in prossimità dello sbocco vallivo ad inizio serata di giovedì.

Gli accumuli pluviometrici hanno raggiunto i 140mm in 24 ore a Lanzo, ai piedi delle valli torinesi, con la portata del torrente Stura di Lanzo che si è portata poche decine di centimetri sotto il livello di guardia. Un corso d'acqua secondario però è esondato a Valperga, sempre nel Torinese. Gli accumuli pluviometrici in Valle d'Aosta hanno raggiunto punte superiori a 60mm in 24 ore ai piedi del Gran Paradiso, ma non sono segnalate criticità.

LIGURIA. In Liguria il maltempo è cessato in anticipo rispetto al Piemonte, ma il terreno già saturo per le precedenti ondate di maltempo ha ceduto in alcuni punti dell'entroterra genovese provocando frane, una delle quali è caduta sul cantiere del Terzo Valico ed è stato necessario l'intervento dei Vigili del Fuoco.

EMILIA E CENTRO ITALIA. La perturbazione ha raggiunto nel corso di giovedì l'Emilia e il Veneto con rovesci e temporali anche intensi, ma senza creare particolari disagi. Contemporaneamente ha coinvolto le regioni del medio Tirreno a partire dalla Toscana, dove gli accumuli pluviometrici hanno raggiunto e localmente superato i 60mm sulle aree settentrionali, ma violenti temporali hanno colpito anche più a sud sul Grossetano e sul Giglio. Nella serata il fronte ha raggiunto il Lazio con piogge battenti che hanno preso di mira l'intera regione, anche la Capitale.

SITUAZIONE VENERDÌ. All'alba di venerdì il maltempo risulta esaurito sulle zone peninsulari ad eccezione della Calabria tirrenica dove si segnala qualche pioggia o temporale sul Reggino. Il maltempo si è concentrato nelle ultime ore sulle isole maggiori, in particolare sul versante ionico della Sicilia dove sono in atto rovesci e temporali anche di forte intensità.

METEO PROSSIME ORE. Il tempo si manterrà stabile sulle regioni peninsulari salvo un po' di variabilità nella prima parte della giornata sulle regioni del basso Tirreno, con qualche pioggia sulla Calabria ma in attenuazione. L'isolamento del vortice tra il basso Mediterraneo e le coste del Nord Africa determinerà invece condizioni di marcata instabilità sulle isole maggiori. In Sicilia piogge e temporali anche di forte intensità interesseranno soprattutto il versante ionico con possibili nubifragi e criticità idrogeologiche tra Messinese ionico e Monti Peloritani. In serata fenomeni in estensione alle zone occidentali dell'isola. In Sardegna tempo spiccatamente variabile con piogge e rovesci sulle zone settentrionali e occidentali tendenti a concentrarsi soprattutto tra Gallura, Bocche di Bonifacio e Costa Smeralda. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Segui l'evoluzione in tempo reale consultando la nostra sezione RADAR

Per le allerte previste clicca qui

Segui l'evoluzione in tempo reale consultando la nostra sezione SATELLITI

Per l'archivio dei nostri articoli clicca qui

Clicca qui per vedere tutti i video della nostra videogallery

Clicca qui per vedere tutte le immagini della nostra fotogallery

Per lo stato dei mari previsti clicca qui

Per i venti previsti clicca qui

Clicca qui per accedere alla sezione Meteo Italia

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati