1 settembre 2020
ore 14:34
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 7 secondi
 Per tutti
Il super tifone Maysak visto dal satellite
Il super tifone Maysak visto dal satellite

Il super tifone Maysak ha ormai raggiunto l'equivalente della categoria 4, con venti le cui raffiche superano i 230km/h e sollevano onde alte più di 13 metri. Si trova alle coordinate 29.4N 126.4E, ovvero a poco più di 500km a sud della costa meridionale della Corea del Sud. Maysak potrebbe essere il tifone più intenso di sempre a toccare terra in Corea, mentre si sposta verso nord alla velocità di 9km/h e con il suo ampio raggio d'azione riesce a coinvolgere in situazioni di forte maltempo anche Okinawa, dove sono previsti accumuli pluviometrici fino a 200mm.


Fino a buona parte di mercoledì manterrà pressoché invariata la sua potenza, scorrendo sulle calde acque del Pacifico nordoccidentale. Poi potrebbe iniziare a depotenziarsi parzialmente poco prima di effettuare il landfall sulla Corea del Sud ma sempre con venti fortissimi e poco inferiori ai 200km/h. Anche il seguito della sua traiettoria è preoccupante poiché, pur depotenziandosi, attraverserà da sud a nord entrambe le coree provocando piogge torrenziali.

La rotta prevista di Maysak
La rotta prevista di Maysak

Contemporaneamente un nuovo tifone sta per formarsi sul Pacifico nordoccidentale e raggiungere anch'esso la categoria 4 equivalente, anche se il suo diretto obiettivo in questo caso non dovrebbe essere la Corea ma il sud del Giappone verso la fine della settimana.

La rotta prevista del nuovo tifone in formazione sul Pacifico
La rotta prevista del nuovo tifone in formazione sul Pacifico

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati