24 luglio 2021
ore 13:07
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 17 secondi
 Per tutti
Il tifone In-Fa visto dal satellite
Il tifone In-Fa visto dal satellite

Continua l'avvicinamento del tifone In-Fa alla costa della Cina orientale affacciata all'Oceano Pacifico e ormai mancano meno di 300km, ovvero meno di 24 ore al landfall. Ciò avverrà nella giornata di domenica poco a nord di Ningbo, nella provincia di Zhejiang, poco a sud di Shanghai. In-Fa è un  tifone equivalente alla categoria 1 di un uragano e si sposta verso nordovest alla velocità di 18km/h innescando venti a 150km/h che sollevano onde alte più di 10 metri.


In-Fa sta già producendo forte maltempo sull'isola di Taiwan, nonostante il suo centro si trovi piuttosto distante dalle coste settentrionali. Il totale degli accumuli pluviometrici destinati a Taiwan potrebbe superare i 200mm, anche qualcosa di più sui rilievi più esposti. Ma le conseguenze per la costa cinese potrebbero essere ben più gravi, visto l'impatto diretto.


La provincia dello Zhejiang dovrebbe essere quella più colpita e il maltempo coinvolgerebbe anche Shanghai. Su alcune aree sono previsti accumuli pluviometrici tra 450 e 600mm e tra le città più colpite ci sarà quella di Ningbo. A Shanghai potrebbero cadere tra i 200 e i 400mm di pioggia, mentre i venti sulla costa coinvolta dal landfall di In-Fa potrebbero raggiungere i 120-130km/h.

La rotta prevista di In-Fa
La rotta prevista di In-Fa

Nel frattempo sul Pacifico è nata una nuova tempesta tropicale, battezzata Nepartak, diretta verso il Giappone e destinata ad effettuare il suo landfall all'inizio della prossima settimana poco a nord di Tokyo, dove sono in corso i Giochi Olimpici.

La rotta prevista di Nepartak
La rotta prevista di Nepartak

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati