17 ottobre 2022
ore 12:24
di Federico Brescia
tempo di lettura
1 minuto, 19 secondi
 Per tutti
Tifone Nesat, onde oltre i 10m
Tifone Nesat, onde oltre i 10m

Il tifone Nesat continua a tenere in apprensione tutte le aree affacciate sul mar meridionale Cinese e si muove verso Ovest. Dopo aver colpito l'area settentrionale delle Filippine e con il suo ampio raggio d'azione anche l'isola di Taiwan, Nesat, ora categoria 2, si sta spostando verso il Vietnam dove cresce la preoccupazione anche a causa della fragilità del territorio in seguito alle inondazioni storiche che hanno colpito il Paese nelle ultime ore. I suoi venti soffiano oltre i 150 km/h con onde alte anche 10-12m. Secondo le ultime proiezioni modellistiche però, il tifone, dovrebbe declassare in categoria 1 nelle prossime 36 ore e in tempesta tropicale entro giovedì 20, poco prima del possibile landfall sulle coste vietnamite. Allerta massima anche nell'isola di Hainan, specie nella parte meridionale, che potrebbe osservare piogge torrenziali e mareggiate capaci di provocare inondazioni. Non è escluso anche il fenomeno dello "Storm Surge".

Traiettoria tifone Nesat - credit JTWC
Traiettoria tifone Nesat - credit JTWC

Cos'è lo 'Storm Surge'? In italiano 'ondata di tempesta', è un fenomeno complesso causato da molteplici fattori che avviene in presenza di sistemi perturbati molto intensi in cui la pressione è molto bassa, come nel caso degli uragani. Il vento spinge con forza l'acqua marina causando onde enormi, allo stesso tempo la bassa pressione, che raggiunge valori notevoli, provoca anche un innalzamento del livello dell'acqua. A seconda del fondo marino l'altezza dell'onda può variare. Lo storm surge è il fenomeno che causa il maggior numero di morti durante il passaggio di un ciclone sulle aree costiere. 


Seguici su Google News


Articoli correlati