27 marzo 2020
ore 16:07
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 21 secondi
 Per tutti
Immagine di archivio
Immagine di archivio

IN GROENLANDIA IL MOTORE DEL GELO - Dalle alte latitudini del continente è in gestazione una massiccia irruzione di aria gelida di estrazione groenlandese che entro l'inizio della prossima settimana dilagherà verso sud a più di metà Europa. Si tratterà della seconda irruzione di stampo invernale a distanza ravvicinata a primavera ormai iniziata. A differenza di quella precedente seguirà una traiettoria più settentrionale che nordorientale, ma riuscirà a spingersi fino alla Penisola Iberica.

WEEKEND, INIZIA IL CALO TERMICO - I primi refoli freddi sono già in atto su Scandinavia ed estremo nord nord britannico, ma sarà nel corso del weekend che l'aria groenlandese si metterà in moto spedita da nord a sud lungo il fianco destro dell'alta pressione atlantica che andrà a posizionare i suoi massimi di 1050hPa a sud dell'Islanda. Tra sabato e domenica le temperature sprofonderanno su Penisola Scandinava e Regno Unito, mentre la neve tornerà ad imbiancare le coste norvegesi.

INIZIO SETTIMANA CON GELO E NEVE - La settimana si chiuderà all'insegna del gelo fin sull'Europa centrale con la neve che cadrà anche a quote di pianura in Germania, Polonia e comparto settentrionale balcanico. Lunedì la lingua groenlandese si inoltrerà addirittura fino alla Penisola Iberica, dove potrà nevicare anche a quote collinari. Procedendo verso est il freddo si farà ancor più pungente con temperature minime anche fino a -10°C sulle pianure centrali europee, mentre sugli stati baltici e adiacenti la neve non troverà ostacoli per cadere fino a quote di pianura.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati