18 gennaio 2019
ore 0:00
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 9 secondi
 Per tutti

Le Isole britanniche stanno venendo spazzate da violente bufere di neve e vento da nord con raffiche fino a 120km/h sulle Highlands, ieri (mercoledì) superati addirittura i 150km/h.  Ne sono conseguiti blizzard e temperature in picchiata, prossime allo zero anche in prossimità delle coste settentrionali. La neve ha fatto la sua comparsa a quote molto basse, giovedì a tratti fin sulle coste scozzesi, oggi (giovedì) si è spinta ancora più a sud tanto che i fiocchi hanno fatto la loro comparsa anche nella zona di Londra, pur senza lasciare accumuli. Sulle campagne scozzesi si registrano accumuli di fresca anche di una decina di centimetri a bassa quota o a livelli pianeggianti.


Nelle ultime ore, tuttavia, la situazione è andata migliorando con le precipitazioni che si sono trasferite più a sudest, verso il cuore del nostro Continente. Ne sono conseguite schiarite nel corso della giornata, ma con l'aria che rimane pungente e temperature che sono scese fino a -9°C all'alba sulle Highlands scozzesi a 1200m di quota, -4° in pianura, 0/1° nelle compagne londinesi.


Nel frattempo però una nuova perturbazione sta avanzando dal Nord Atlantico determinando un aumento della nuvolosità alta e stratiforme a partire dall'Irlanda. Venerdì causerà un deterioramento del tempo con nevicate anche a quote basse.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati