Redazione 3BMeteo
16 novembre 2019
ore 22:20
Redazione 3BMeteo
tempo di lettura
4 minuti, 2 secondi
 Per tutti

AGGIORNAMENTO ORE 22 - La nuova ondata di maltempo sta entrando nel vivo sul Centronord Italia: la situazione peggiore nelle ultime ore ha riguardato il litorale settentrionale laziale, dove una linea temporalesca pressoché stazionaria, in lento movimento verso nord, ha provocato disagi tra Ladispoli, Civitavecchia, Santa Marinella e Tarquinia (qui segnalata grandine e l'esondazione del fiume Marta); sono stati accumulati oltre 80mm di pioggia. Precipitazioni intense si estendono poi verso il Viterbese (Bracciano 115mm), l'Umbria e la Toscana sudorientale, colpendo soprattutto la Maremma grossetana. Sorvegliati speciali i corsi d'acqua della zona, tra cui i fiumi Albegna, Ombrone, Orcia, Paglia e Fiora

EVOLUZIONE METEO PROSSIME ORE - Tra la notte e la mattinata di domenica sono attese nuove forti precipitazioni tra alto Lazio e bassa Toscana, incrementando le eventuali criticità idrogeologiche a causa della semi-stazionarietà dei sistemi temporaleschi. Particolare attenzione andrà riposta anche alle regioni di Nordest, nello specifico il Friuli VG (Carnia e relative Prealpi), dove potranno cadere in meno di 24 ore anche oltre 150-180mm di pioggia. Neve abbondante ancora una volta è attesa sulle Dolomiti, con limite però in temporaneo rialzo fin oltre i 2000m sul Friuli VG e parte del Veneto, a quote più basse a ovest. Nuovi temporali colpiranno i settori tirrenici meridionali, in estensione nel corso del giorno verso lo Ionio e il versante adriatico. Attesa ancora l'acqua alta sulla città di Venezia nella tarda mattinata di domenica, con un picco di 160cm attorno alle ore 12.

Situazione ore 14:00 dopo i nubifragi di venerdì sera, responsabili anche di numerose criticità nel Lazio, soprattutto nella provincia di Roma, il maltempo ha continuato a penalizzare parte della Penisola anche in questa prima parte di sabato. 

Nel corso della mattinata i fenomeni hanno interessato prevalentemente il Nord e l'area tirrenica seppur in modo discontinuo con accumuli abbondanti sull'alta Toscana, in Umbria, Abruzzo e Campania. Proprio in Campania le punte più alte con accumuli ingenti, fino a 80mm nel Casertano dove si  registrano anche numerosi allagamenti.

Si sono attenuate invece le abbondanti nevicate (fino a oltre un metro) che hanno interessato l'arco alpino fino a quote relativamente basse con diverse situazioni di criticità in Alto Adige; isolate la Val Badia, la Val Senales, Valle dei Molini e la Val di Tures. La statale della Val Pusteria è bloccata da Prato Drava, la statale della Val di Fiemme da Fontane Fredde. Praticamente tutte le strade secondarie non sono attualmente percorribili e molte utenze, migliaia di utenze sono rimaste senza corrente. Problemi anche al Brennero dove a causa della caduta di una piccola frana è stata interrotta la linea ferroviaria. 

Intanto la diminuzione temporanea dello scirocco aveva favorito in mattinata un parziale ritiro della marea a Venezia. Piazza San Marco è rimasta all'asciutto per qualche ora, poi dalle 10 circa la marea è tornata a salire progressivamente e ora la piazza è nuovamente invasa dall'acqua, il rinforzo dello scirocco causerà nelle prossime ore nuovi picchi, anche superiori ai 160cm. La previsione:

Meteo Sabato: Nord nuvolosità diffusa fino al pomeriggio con fenomeni sparsi e intermittenti, generalmente deboli , nevosi sulle Alpi dai 600-1000m. Tra il pomeriggio e la sera fenomeni in intensificazione su Emilia Romagna, Lombardia e Triveneto con possibilità anche di temporali, forti su alto Veneto e Friuli con nuove abbondanti nevicate sulle Alpi dagli 800-1300m. Fenomeni meno intensi interesseranno il Nordovest. Centro graduale e ulteriore peggioramento con piogge e temporali anche forti in risalita da lazio, Abruzzo verso Umbria, Marche Toscana con possibilità anche di locali nubifragi. Neve in Appennino dai 1400-1800m. Sud Ultimi piovaschi e temporali su alta Campania e Molise in attenuazione, per il resto poche nubi con sole prevalente. Tenderà a peggiorare di nuovo nell'arco della notte. Temperature stazionarie o in lieve aumento all'estremo Sud. Venti in sensibile rinforzo dai quadranti meridionali con raffiche fino a 80-100km/h in serata sull'Adriatico e il Tirreno. Mari molto mossi tendono ad agitati con possibili burrasche e mareggiare lungo le coste esposte.

Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam.


Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.


Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.


Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.


Per conoscere in tempo reale dove sta piovendo o nevicando consulta la nostra sezione Radar, con immagini in Real Time delle precipitazioni sia a livello nazione che regionale.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati