25 gennaio 2022
ore 23:50
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 54 secondi
 Per tutti
Meteo. Prossimi giorni con anticiclone, nebbie e smog
Meteo. Prossimi giorni con anticiclone, nebbie e smog

ANTICICLONE PROTAGONISTA. L'impulso freddo balcanico che a inizio settimana ha portato nevicate a quote molto basse al Sud, localmente anche in pianura, si sta già esaurendo e al suo posto torna a rinforzare l'immancabile anticiclone che ci tiene compagnia fin da dicembre, salvo brevi pause. Posizionato con i suoi massimi sull'Atlantico e sull'Europa centro-occidentale sta nuovamente guadagnando terreno verso est, inglobando l'Italia intera e dando luogo ad un periodo di stabilità per tutti. Il risvolto della medaglia è rappresentato però dalle nebbie e dalle foschie che avvolgono la Val Padana, mentre su Liguria e Toscana già questa sera si noterà un incremento della nuvolosità per l'arrivo di correnti umide dal mare verso le coste.

Evoluzione meteo mercoledì - giovedì
Evoluzione meteo mercoledì - giovedì

NEBBIE, FOSCHIE E SMOG. Insieme alle nebbie dovremo fare i conti con la concentrazione delle sostanze inquinanti nei bassi strati, come sempre avviene nei lunghi periodi di alta pressione durante la stagione invernale. Prime  farne le spese saranno le regioni della Pianura Padana, in misura minore i grandi centri urbani del Centro e localmente del Sud. Quella di mercoledì sembra essere la giornata peggiore quanto ad inquinamento, con alte concentrazioni di PM10 e PM2,5 sulle pianure del Nord, con Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia a respirare l'aria peggiore. Un graduale miglioramento dovrebbe avvenire giovedì e soprattutto venerdì, quando si avrà un certo rimescolamento dell'aria per il passaggio di un veloce fronte dalle latitudini settentrionali.

INFILTRAZIONI FRESCHE SETTENTRIONALI AL SUD. Le temperature recupereranno alcuni gradi rispetto all'inizio della settimana ma soprattutto in quota sull'arco alpino e sulla dorsale appenninica settentrionale, al di sopra degli strati di inversione termica che regneranno nei bassi strati. Le regioni meridionali rimarranno invece ancora interessate da un residuo afflusso di aria più fredda dai Balcani fino a giovedì, anche se si tratterà di deboli infiltrazioni che non avranno conseguenze particolari, se non qualche annuvolamento mercoledì su Puglia, Calabria e nord Sicilia, in qualche caso accompagnato da locali pioviggini sul settore tirrenico calabrese. Anche giovedì spifferi relativamente più freschi settentrionali determineranno una certa variabilità su parte del Sud, tra Calabria tirrenica e nord Sicilia, con qualche isolato piovasco.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati

3BMeteo si veste di rosa

×