16 agosto 2020
ore 15:06
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 13 secondi
 Per tutti
La tempesta Josephine vista dal satellite
La tempesta Josephine vista dal satellite

Entra sempre più nel vivo la stagione degli uragani in Atlantico e al largo delle coste statunitensi ritroviamo in azione contemporaneamente ben due tempeste tropicali. Si tratta Di Josephine e Kyle, la prima al largo di Porto Rico e la seconda in aperto atlantico in viaggio in direzione dell'Europa.

JOSEPHINE. Si trova alle coordinate 20.3N 64.0W, ovvero a circa 280km a nordest di San Juan, la capitale di Porto Rico, sulla sua costa settentrionale. Si muove verso nordovest alla velocità di 24km/h con venti le cui raffiche toccano i 65km/h. Nonostante non vi sia stato alcun landfall sulla terraferma Josephine sta determinando condizioni di maltempo anche intenso su Anguilla, Isole Vergini Britanniche e la stessa Porto Rico, con accumuli pluviometrici di quasi 100mm con possibili esondazioni e smottamenti. Josephine proseguirà la sua marcia verso nord fino ad avvicinarsi alle Bermuda intorno a venerdì, anche se ormai sarà declassata a depressione tropicale.

La rotta prevista di Josephine (Fonte: National Hurricane Center)
La rotta prevista di Josephine (Fonte: National Hurricane Center)

KYLE. Si trova alle coordinate 40.0N 58.9W ovvero circa 1200km ad est di New York, in aperto Oceano Atlantico e si sposta verso est a 32km/h innescando venti le cui raffiche superano ancora i 60km/h. Kyle è in indebolimento, non interesserà la East Coast degli USA e nel corso della prossima settimana perderà le sue caratteristiche tropicali e verrà inglobata nel flusso perturbato atlantico diretto verso l'Europa.

La rotta prevista di Kyle (Fonte: National Hurricane Center)
La rotta prevista di Kyle (Fonte: National Hurricane Center)

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati