9 ottobre 2021
ore 13:10
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 19 secondi
 Per tutti
Immagine di archivio
Immagine di archivio

VORTICE SCANDINAVO. Con le prime ore della nuova settimana una vasta depressione andrà approfondendosi sulla Scandinavia, alimentata dalla discesa di correnti polari verso il Mar di Norvegia. Avrà la forza necessaria per affondare ulteriormente il colpo verso sud nei giorni immediatamente successivi, irrompendo su molti stati dell'Europa centro-orientale. Tra martedì e mercoledì prossimi il blocco artico raggiungerà stati come Germania, Polonia, paesi baltici, Bielorussia, Repubblica ceca, Slovacchia, ma anche Austria e Svizzera seppur in misura minore, addossandosi così ai versante settentrionali delle Alpi.

TRACOLLO TERMICO IN SETTIMANA. Ne conseguirà un tracollo delle temperature sulle zone centro-orientali europee, con tempo a tratti instabile e piogge sparse, soprattutto tra martedì e mercoledì. In quell'occasione sono attese temperature che anche di giorno faticheranno a raggiungere i 10°C su molte capitali europee. A Varsavia, Monaco di Baviera e Minsk ad esempio sono previste temperature massime sui 7/9°C a fronte di minime intorno a 3/5°C, in un contesto grigio e a tratti piovoso, mentre la neve cadrà anche al di sotto dei 1000m sui rilievi della Polonia meridionale. Scontato il freddo sulla Penisola Scandinava, dove le temperature inizieranno a portarsi fin al di sotto dello zero sulla Lapponia.

FREDDO IN ESTENSIONE AI BALCANI. E nei giorni successivi l'aria fredda potrebbe dilagare verso latitudini ancora più meridionali, raggiungendo anche la Penisola Balcanica, dove già in queste ore il clima comincia ad assumere sembianze pienamente autunnali a causa dei primi sbuffi freddi provenienti dalle pianure russe.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati