16 gennaio 2017
ore 8:49
di Francesco Nucera
 Per tutti

L'inverno sta per entrare nella sua seconda parte. La situazione fino a questo momento evidenzia un'anticiclone che ha la sua roccaforte sull'Europa occidentale mentre l'aria fredda interessa l'Europa orientale e la Russia. Nell'ultimo periodo l'alta pressione ha spostato più verso ovest il suo baricentro e di conseguenza correnti di aria gelida polare e artica hanno raggiunto il Mediterraneo e l'Italia. Le conseguenze sono state un aumento delle fasi invernali in Europa.

inverno, ecco come è andata la prima parte
inverno, ecco come è andata la prima parte

L'ultima settimana racconta di un deciso sotto media delle temperature su molte Nazioni d'Europa, specie ad Est e dell'Italia. Ma racconta anche del gelo e della neve da record al Sud Italia con tempi di ritorno anche di 15-20 anni per alcune regioni.

Sant'Eramo in Colle (Ba), neve da record. Foto di Piter Giove
Sant'Eramo in Colle (Ba), neve da record. Foto di Piter Giove

Secondo il meteorologo Manuel Mazzoleni 'il manto nevoso è molto esteso in Europa'.Questa situazione può rendere difficile l'entrata delle correnti atlantiche sul Continente. Ne risentirà il vortice polare che potrà mostrare ancora segni di debolezza per gran parte di Gennaio.

Con uno sguardo alle dinamiche della Stratosfera questa volta per un possibile Stratwarming non si esclude un ritorno a condizioni invernali in Europa durante il mese di Febbraio 2017.

febbraio 2017
febbraio 2017

L'inverno 2016-17 ha tutte le carte in regola per interrompere le stagioni miti degli ultimi anni in Europa.

Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti