8 ottobre 2020
ore 16:10
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 31 secondi
 Per tutti
La rotta prevista dell'uragano Delta
La rotta prevista dell'uragano Delta

DELTA FA LANDFALL SUL MESSICO, DEVASTAZIONI - Ha fatto landfall mercoledì in Messico sulla Penisola dello Yucatan l'uragano Delta, il 25esimo della stagione sull'Atlantico. Si è lasciato dietro una scia devastante dopo aver coinvolto direttamente la zona di Cancun e di Cozumel, dove ha impattato con la forza di uragano di categoria 3, dopo aver subito una lieve riduzione della sua potenza prima di toccare terra. Il landfall è avvenuto con venti a oltre 170km/h e piogge torrenziali che hanno causato parecchi danni e disagi, come black out 95 alberi sradicati.


Le autorità locali riferiscono che 39 mila persone sono state evacuate e che circa 2700 persone si sono rifugiate in 160 delle apposite strutture create per fronteggiare le tempeste atlantiche, tra cui molti turisti che alloggiavano nelle strutture alberghiere. Fortunatamente Delta ha subito un lieve depotenziamento prima di raggiungere la terraferma dello Yucatan, venendo declassato dalla categoria 4 alla 3.


L'URAGANO PUNTA ORA GLI STATI UNITI - Delta ha ormai abbandonato lo Yucatan perdendo ancora energia e venendo declassato a categoria 1. Si è messo ora a navigare sulle calde acque del Golfo del Messico spostandosi verso ovest-nordovest alla velocità di 27km/h ed è previsto intensificarsi nuovamente nelle prossime ore tanto che da venerdì raggiungerà la categoria 3 e punterà dritto verso le coste meridionali degli USA. Sabato è atteso un nuovo landfall sulla Louisiana, sulla scia del precedente e devastante uragano Laura di fine agosto. Il punto di impatto dovrebbe trovarsi secondo le previsioni alcune decine di chilometri ad ovest di New Orleans, dove l'allerta è massima, ed dovrebbe avvenire come uragano di categoria 3 per poi perdere subito energia una volta che si inoltrerà all'interno della Louisiana e in genere del Sud degli USA.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati