18 novembre 2020
ore 12:55
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 38 secondi
 Per tutti
L'uragano Iota visto dal satellite
L'uragano Iota visto dal satellite

Dopo aver fatto landfall sulla costa orientale del Nicaragua come uragano Major di categoria 4 e venti fino a 250km/h Iota prosegue la sua corsa all'interno dello stato e punta verso il confine con l'Honduras. Sono in corso piogge torrenziali accompagnate da venti tempestosi, anche se la loro intensità si è parzialmente ridotta nelle ultime ore. Iota infatti è stato declassato dalla categoria 4 alla 2, essendo venuta a mancare l'alimentazione delle calde superfici del mare Caraibico. La situazione rimane comunque critica in questa zone del Nicaragua, appena colpita dal precedente uragano Eta di inizio novembre.


Fino ad ora Iota ha provocato una vittima accertata, ancor prima di raggiungere la terraferma, quando si trovava sull'isola di Providencia, appartenente alla Colombia, dove è transitato come uragano di categoria 5. Nel territorio del Nicaragua si prevede che entro le prossime ore possano accumularsi fino a 500/600mm di pioggia, con conseguenti importanti dissesti idro-geologici. Coinvolti anche molti altri stati dell'America Centrale, come Honduras, Guatemala, Belize, e El Salvador, anche se in misura minore i suoi effetti si avvertiranno fin sui più lontani stati di Costa Rica e Panama.


Le autorità hanno già ordinato l'evacuazione di migliaia di persone nelle aree costiere del Nicaragua e dell'Honduras, lungo il percorso dell'uragano Iota. Il pericolo non è rappresentato soltanto dalle piogge torrenziali e dagli effetti che ne scaturiranno, ma anche delle erosioni costiere innescate dalle forti mareggiate per i venti tempestosi, in grado di mettere in pericolo la vita delle persone che risiedono in tali zone.


Mercoledì Iota transiterà nel territorio dell'Honduras declassato a tempesta tropicale e poco dopo raggiungerà addirittura El Salvador, prima di venire ulteriormente depotenziato a semplice depressione tropicale, ma ancora in grado di innescare forti rovesci di pioggia per l'interazione con l'orografia locale. Addirittura potrebbe raggiungere l'Oceano Pacifico, anche se ormai molto attenuato.

uragano Iota, percorso
uragano Iota, percorso

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati