9 marzo 2021
ore 18:40
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 50 secondi
 Per esperti
Vortice polare
Vortice polare

Un cambio di scenario è atteso in Europa durante la settimana ad opera di un rinforzo del vortice polare stratosferico che estenderà la sua influenza anche alle correnti occidentali.  Questo porterà ad un picco piuttosto elevato nei prossimi giorni, anche di 5 sigma, dell'indice AO che misura lo stato di salute del vortice polare. Più l'indice è alto meno possibili sono le irruzioni fredde a favore di correnti miti occidentali e anche anticicloniche sull'Europa meridionale. Il divario di pressione tra nord e sud porterà altresì a condizioni tempestose sul Nord Europa. 

Indice Ao in netta risalita in previsione
Indice Ao in netta risalita in previsione

Quando il flusso è zonale vuol dire che ci sono meno possibilità di ondate di freddo perchè l'aria fredda è confinata a nord dentro un vortice polare compatto (AO index positivo).

flusso zonale, prevale il clima mite
flusso zonale, prevale il clima mite

Quando il flusso è bloccato invece le possibilità di irruzioni fredde aumentano perchè il vortice polare è più debole (AO index negativo)

didattica; flusso bloccato
didattica; flusso bloccato

Dopo l'evento di stratwarming in gennaio, che invece lo aveva reso debole, l'attuale raffreddamento della stratosfera polare determinerà un effetto opposto sul vortice polare. Ma non solo; gli effetti sulla circolazione delle medie latitudine (in gergo condizionamento) potrebbero essere di lunga durata per cui è lecito attendersi un regime mediamente zonale nelle prossime settimane, pur alternato a delle fase più fredde da Nord per temporanei blocchi anticiclonici sull'Europa occidentale.

possibile influenza stratosferica sulla circolazione zonale
possibile influenza stratosferica sulla circolazione zonale


Dinamica a strappi.

 Il condizionamento stratosferico in arrivo non sarà classico come lo fu lo scorso anno quando il vortice polare risultò forte per diversi mesi. Saranno possibili dei disaccoppiamenti, dunque dei cali di tensione del vortice polare tanto da portare a delle finestre dinamiche con temperature in calo secondo una dinamica a strappi.

Un calo di tensione è probabile dopo metà mese stante la rotazione del vortice polare e la genesi di un'onda lunga

. La primavera, secondo lo scenario, dovrebbe vedere un alternarsi 

tra un flusso zonale e promontori anticiclonici di blocco addossati all'Europa occidentale.
Scenario dopo il 15 marzo: la primavera oscilla tra flusso zonale e promontori atlantici
Scenario dopo il 15 marzo: la primavera oscilla tra flusso zonale e promontori atlantici

Per i dettagli sulle condizioni meteo dei prossimi giorni in Italia consulta le previsioni aggiornate. 

Per sapere cosa accadrà nel proseguo del mese di Marzo scopri la tendenza medio-lungo termine. 


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati