18 maggio 2021
ore 8:46
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 55 secondi
 Per tutti
maggio per ora sotto media termica in Europa
maggio per ora sotto media termica in Europa


La prima parte del mese di maggio si presenta piuttosto 'fredda' in Europa, in particolare su quella centrale. Maggio si 'aggiunge' così al mese di marzo e soprattutto al mese di aprile che sono stati caratterizzati da temperature sotto le medie. Complessivamente è una primavera fredda quella che stanno vivendo diverse Nazioni d'Europa, Italia compresa. Questa situazione è dovuta ad affondi freddi per via di anticicloni che spesso hanno posizionato la propria roccaforte sul nord Atlantico. C'è però da dire che le proiezioni mostrano un aumento termico nell'ultima settimana di maggio ma questa evoluzione andrà confermata.

La Russia vive invece una primavera calda dopo un inverno molto freddo, in particolare sul settore centro settentrionale. Il mese di maggio si mette in evidenza con alcune ondate di caldo. Una di queste tenderà a spostarsi e a rafforzarsi nei prossimi giorni sul Nord della Russia con temperature che saranno sopra la media del periodo fino a 15°C. Già in questi giorni valori oltre 30°C si stanno registrano tra regione del Volga e Urali con picchi record fino a 33-34°C. Ma picchi elevati e fino a 27°C si registrano anche a ridosso del mare di Barents. Il freddo in Europa e il caldo sulla Russia sono legate sono il frutto del tipo di circolazione che si è andata 'costruendo' nelle ultime settimane.

ondata di caldo sulla Russia, anomalie attese
ondata di caldo sulla Russia, anomalie attese


Nel frattempo in Siberia si registrano i primi incendi estivi; si ritiene che alcuni di questi incendi siano quelli dello scorso anno, i così detti incendi 'zombie', che sono dei roghi capaci di rimanere per molto tempo in una fase di latenza sottoterra (nonostante i -50°C che si raggiungono in inverno) e che poi tornano rinvigoriti attraverso il clima più caldo e secco. Gli ultimi anni sono segnati da un clima estremamente caldo in Siberia e sulla Russia centro-settentrionale e con un numero senza precedenti di incendi anche all'interno del Circolo Polare Artico.  Caldo anomalo che interessa anche il sud della Penisola Iberica con punte di 35°C a Malaga, su Africa settentrionale, Turchia ed Egeo. Temperature destinate ad aumentare anche di 15-20°C sopra la media sull'Artico.



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati