20 maggio 2019
ore 19:20
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 21 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE. La nostra penisola rimane ancora nella morsa di una vasta circolazione depressionaria che determina tempo instabile o spesso perturbato, oltre che temperature decisamente inferiori alla norma. Si tratta di una situazione che ci trasciniamo da settimane, seppur a fasi alterne, se non da mesi. Una primavera che fino ad ora ha mostrato il suo volto più bizzarro, molto piovosa ed estremamente dinamica. Fino ad oggi sono state veramente poche le giornate di bel tempo con clima mite e stabilità atmosferica e anche nei prossimi giorni, nonostante un lento miglioramento, continuerà la fase a tratti instabile.

Ma è davvero solo una seccatura la mancanza del bel tempo? Per svariate ragioni si potrebbe rispondere di no. A cominciare dal fatto che l'assenza dell'alta pressione e il prolungato maltempo favoriscono un continuo rimescolamento dell'aria e di conseguenza la quasi totale assenza di sostanze inquinanti, come il noto particolato fine. I grandi centri urbani in questo periodo non stanno patendo l'inquinamento con cui sono soliti convivere, come la Pianura Padana, un immenso catino protetto dalle Alpi e dall'Appennino, al cui interno si imprigionano molto spesso e per lunghi periodi le sostanze inquinanti, in mancanza di perturbazioni o di vento. In questi giorni, invece, le pianure piemontesi, lombardo-venete ed emiliane stanno godendo di aria pulita con una concentrazione di inquinanti estremamente bassa. Ma è così anche nei grandi centri urbani del Centro e del Sud Italia, anch'essi alle prese con un tipo di tempo spesso instabile con continui rimescolamenti dell'aria.

QUANTO DURERA'? La prima parte della settimana sarà ancora a tratti instabile, anche se la depressione responsabile del maltempo degli ultimi giorni si sposterà gradualmente verso la Penisola Balcanica. Al suo seguito infatti permarrà un flusso di correnti umide occidentali che rinnoveranno fenomeni di instabilità soprattutto nelle ore diurne in prossimità dei rilievi alpini ed appenninici, ma con rovesci e qualche temporale che riusciranno a sconfinare a parte della Pianura Padana, favorendo ancora un certo rimescolamento dell'aria. Così fino a metà settimana, poi l'alta pressione potrebbe imporsi con maggior decisione e riportare tempo più stabile, ma anche aria meno pulita. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.

Per conoscere lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.

Guarda le foto che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati