16 novembre 2020
ore 23:45
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 40 secondi
 Per tutti
Meteo mercoledì/giovedì
Meteo mercoledì/giovedì

SITUAZIONE. La perturbazione in transito sull'Italia che sta approfittando di un temporaneo cedimento dell'alta pressione si concentrerà martedì sulle regioni meridionali, dove insisterà il maltempo. Al Nord e al Centro invece si andrà verso un miglioramento e al contemporaneo recupero dell'anticiclone con ritorno a condizioni più stabili. Mercoledì la perturbazione provocherà gli ultimi effetti sulle zone ioniche, mentre entro giovedì uscirà definitivamente di scena e anche al Sud si andrà verso un Miglioramento. Si aprirà così una nuova fase di stabilità anticiclonica, ma con il ritorno di foschie e nebbie al Nord. Vediamo i dettagli:

METEO ITALIA MARTEDÌ. Tornerà il bel tempo al Nord, in Sardegna e sulle regioni centro-settentrionali tirreniche, anche se con banchi di nebbia nelle ore più fredde sulla Val Padana. insisteranno piogge e rovesci sulle regioni adriatiche dalle Marche alla Puglia e sul Sud in genere, anche se con tendenza ad attenuazione dei fenomeni sull'Adriatico e in Campania, fino alla Calabria tirrenica entro sera. Possibile qualche temporale su Salento e Sicilia ionica. Venti tesi settentrionali, da sudovest sullo Ionio. Temperature in calo al Centro-Sud.

Meteo Italia martedì
Meteo Italia martedì

METEO ITALIA MERCOLEDÌ. Ancora qualche rovescio su Salento, Calabria ionica e Sicilia centro-orientale, in lenta attenuazione con il passare delle ore. Prevale il bel tempo sul resto d'Italia, pur con annuvolamenti sparsi che insisteranno al Sud e sul medio Adriatico ma sterili. Qualche foschia o nebbia nelle ore più fredde sulla Pianura Padana. 

METEO ITALIA GIOVEDÌ. Residua lieve variabilità sulla Sicilia centro-orientale con possibilità ancora di qualche piovasco, in esaurimento in giornata. Altrove bel tempo, ma con foschie e nebbie nelle ore più fredde sulle pianura del Nord. Tendenza ad aumento della nuvolosità dal pomeriggio sulle Alpi con qualche fiocco di neve sulle zone di confine dagli 800/1000m. Sarà il preludio ad un ormai sempre più probabile peggioramento già a partire dalle 24 ore successive.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati