4 febbraio 2021
ore 23:46
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 5 secondi
 Per tutti
Immagine di archivio
Immagine di archivio

Una profonda depressione si scaverà nel weekend dall'Atlantico alla Penisola Iberica, ma affonderà le sue radici fin sull'entroterra nordafricano raggiungendo il Sahara algerino. Come risposta si attiverà sul suo bordo destro un intenso richiamo di correnti meridionali che risaliranno verso nord, raggiungendo il Mediterraneo e proseguendo la loro corsa fino ad investire buona parte del Continente. Pescheranno l'aria calda direttamente dalla zona subsahariana, trasportando così ingenti carichi di sabbia dal deserto.

Questi transiteranno anche sull'Italia già a partire da venerdì, ma sarà tra sabato e domenica che raggiungeranno la loro massima concentrazione, quando verranno spinti verso il suolo dalle piogge legate alla perturbazione prevista su gran parte delle nostre regioni. Al Sud, ultimo settore a venire coinvolto dagli effetti della perturbazione, si potrà notare un offuscamento del cielo che assumerà una colorazione giallognola per la presenza di sabbia desertica in quota sabato, in attesa delle piogge in arrivo entro domenica.

La sabbia verrà trasportata comunque anche più a nord dell'Italia. Il flusso di correnti meridionali spingerà infatti la sabbia nel weekend fino all'Europa centrale, dove anche in questo caso le piogge previste la riverseranno verso il basso 'sporcando' i suoli di Francia, Germania, Polonia, Bielorussia e Ucraina.

Concentrazione di sabbia prevista per le primissime ore di domenica in Europa
Concentrazione di sabbia prevista per le primissime ore di domenica in Europa

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati