5 novembre 2019
ore 21:20
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 37 secondi
 Per tutti

AGGIORNAMENTO ORE 15,50. Il maltempo si concentra nel pomeriggio tra Romagna e regioni centrali tirreniche dove sono in atto piogge e temporali anche di forte intensità. Notevoli gli accumuli pluviometrici nelle ultime 12 ore in Toscana con punte di 120mm nell'Aretino. Decine le chiamate al centralino dei Vigili del Fuoco per allagamenti subiti in Valdarno e nel Casentino. La situazione più grave ad Arezzo, dove le raffiche di vento hanno divelto un'enorme vetrata che è caduta sulla strada da un palazzo, fortunatamente senza coinvolgere alcun passante. Si segnalano inoltre alcune frane in Garfagnana e l'ingrossamento di molti corsi d'acqua.

Maltempo sulle zone interne del Lazio e sulla Campania centro-settentrionale. A Sarno il sindaco ha ordinato in via precauzionale l'evacuazione di 200 persone che abitano sulla pedemontana in via precauzionale. In Sardegna il maltempo sta colpendo soprattutto il Sassarese, dove si registrano accumuli pluviometrici fino a quasi 50mm. Vento forte e raffiche oltre 100mh/h spazzano l'Appennino molisano a causa del Libeccio e che innalzano le temperature fino a 26°C sulla costa adriatica centrale (complice il Garbino), 27°C in Calabria nel Reggino e in Sicilia su Palermitano e Messinese.

AGGIORNAMENTO ORE 12,30. Mentre la perturbazione allenta la presa al Nordovest dove sono subentrate le schiarite, sposta i suoi effetti verso Nordest, Romagna e regioni centrali tirreniche. Piogge e temporali si sono concentrati in mattinata tra Toscana ed Emilia con fenomeni anche intensi e temporaleschi, tanto che sull'entroterra dell'alta Toscana gli accumuli pluviometrici hanno localmente superato i 100mm. Forti temporali in atto tra Ravennate e Romagna, fenomeni intensi fin sulla dorsale emiliana con accumuli che dalla mezzanotte superano gli 80mm sulla zona del Cimone. Umbria, interne laziali ed abruzzesi, Molise, alta Campania e Sardegna completano il quadro della mattinata perturbata su molte delle nostre regioni, mentre si sono attenuate le nevicate sul settore alpino centro-occidentale.

Si segnala inoltre la particolare mitezza che caratterizza la giornata su gran parte dell'Adriatico, dove soffiano raffiche di Garbino che innalzano la colonnina fino a 26°C tra basse Marche e Molise. Infine il Libeccio ancora forte che spazza gran parte d'Italia con mareggiate sulle coste tirreniche e della Sardegna occidentale.

AGGIORNAMENTO ORE 8. Una nuova perturbazione atlantica pilotata da una vasta depressione che ha ormai conquistato tutto il comparto centrale e settentrionale del Continente ha raggiunto l'Italia a partire dalle regioni nordoccidentali, dove i fenomeni legati al fronte hanno ripreso ad intensificarsi già dalla sera di ieri, lunedì. Piogge e rovesci sparsi hanno fatto la loro comparsa su Piemonte e Valle d'Aosta assumendo carattere nevoso in quota, oltre i 1800/2000m, dove oltre i 2200m si registra una ventina di centimetri di neve fresca. Nevica anche sulle Alpi centro-orientali, oltre i 1700/1900m in Lombardia con una ventina di cm caduti a Livigno, ma fino a 1300/1500m sull'Alto Adige con i fiocchi che fanno la loro comparsa fino a 1300m sul Brennero.

Piogge e rovesci si sono estesi a Liguria e gran parte della Pianura Padana risultando più intensi a ridosso dell'arco alpino con punte di una cinquantina di mm sulle Prealpi lombarde. Nel frattempo il fronte ha raggiunto anche le regioni centro-settentrionali tirreniche anche con alcuni temporali sull'alta Toscana dove solo dalla mezzanotte si raggiungono accumuli pluviometrici anche superiori a 80mm sullo sbocco del Magra. Qualche pioggia di minore intensità sconfina a interne marchigiane, abruzzesi e alla Campania.

La nuova perturbazione è accompagnata da un sostenuto rinforzo dei venti di Libeccio che spazzano i nostri mari occidentali con raffiche fino a 80km/h sull'alto Tirreno. Libeccio con caratteristiche miti al Centro-Sud, tanto che le minime non sono sceso sotto i 22°C a Cagliari, 20°C a Palermo e Napoli, 17°C a Roma.

PROSSIME ORE. La perturbazione mollerà ben presto la presa al Nordovest dove subentreranno le schiarite in estensione in giornata alla Lombardia ed Emilia, ad eccezione di addensamenti che permarranno sulle zone alpine con piogge e rovesci sulle zone centro-orientali così come su gran parte del Veneto e sul Friuli. Neve sulle Alpi in calo fino a 1300/1600m, anche a quote inferiori in serata nei rovesci più intensi. Qualche fenomeno in arrivo fin sulle coste romagnole verso sera. Maltempo in intensificazione al Centro con piogge e temporali tra Toscana e Lazio, in intensificazione in giornata anche sulla Campania. Qualche pioggia in sconfinamento entro sera fino alle coste adriatiche centrali. Piogge e temporali anche su gran parte della Sardegna, fenomeni assenti invece sul resto del Sud. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Per conoscere in tempo reale dove sta piovendo o nevicando consulta la nostra sezione Radar, con immagini in Real Time delle precipitazioni sia a livello nazione che regionale.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati