29 marzo 2020
ore 9:40
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 33 secondi
 Per tutti

Situazione: Un nuovo impulso di correnti artiche, questa volta di matrice polare marittima provenienti dal Mar di Norvegia si sta muovendo velocemente verso sud e raggiungerà l'arco alpino nella giornata di domenica. Questo comporterà un primo peggioramento del tempo sulle regioni settentrionali già nella seconda parte della domenica, poi l'aria fredda associata all'impulso artico scavalcherà le Alpi ed entrerà dalla porta della Bora dilagando su tutto il nord Italia e parte del Centro tra le giornata di lunedì e di martedì. Nuova settimana quindi all'insegna di una fase di stampo invernale per l'Italia anche se questa volta, diversamente da quanto accaduto nell'impulso gelido degli ultimi giorni di marzo, l'obiettivo principale sembra essere più il Nord e parte del Centro che il sud della Penisola che sarà coinvolto più marginalmente tra martedì e mercoledì. Le conseguenze di questa seconda irruzione artica saranno un repentino abbassamento delle temperature soprattutto al Nord e medio alto Adriatico, un generale rinforzo dei venti, che potranno soffiare anche forti di Bora sul triestino e l'arrivo di precipitazioni nevose fino a quote anche basse per il periodo.

Possibile evoluzione successiva: Il flusso di aria fredda raggiungerà anche l'Europa occidentale formando un minimo di bassa pressione sul comparto iberico. Sarà proprio l'evoluzione di questo minimo a determinare l'evoluzione nei giorni successivi per il Mediterraneo in quanto potrebbe muoversi verso est e determinare un importante peggioramento negli ultimi giorni della settimana al centro sud (da verificare)


Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati