19 febbraio 2021
ore 11:43
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 57 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE GENERALE. La fase attuale, caratterizzata dalla presenza di un robusto anticiclone dai connotati più primaverili che invernali sembra intenzionata a protrarsi per molti giorni ancora, mantenendo sull'Europa centro-meridionale e sull'Italia condizioni di prevalente stabilità atmosferica. Un mite respiro in afflusso dal Nord Africa verso il Mediterraneo centrale determinerà inoltre un aumento delle temperature giorno dopo giorno, destinate a portarsi su valori generalmente superiori alle medie. Gli unici intoppi saranno caratterizzati da infiltrazioni di aria umida nel weekend che provocheranno temporanei annuvolamenti sulle zone più soggette al fenomeno, come la Val Padana o le regioni tirreniche, oltre alla formazione di banchi di nebbia o nubi basse dovute al ristagno dell'aria per la stasi anticiclonica.

TERZA DECADE DI FEBBRAIO. Anche la terza decade di febbraio rimarrà caratterizzata da una simile congiuntura meteorologica, con l'anticiclone sempre dominante e correnti miti afro-mediterranee in afflusso verso il centro dell'alta pressione a mantenere, tra alti e bassi, il clima sostanzialmente primaverile. Tuttavia gli ultimi giorni del mese potrebbero riservare qualche sorpresa, anche se al momento risulta ancora difficile inquadrare la natura del possibile cambiamento. La causa consisterebbe nella discesa di correnti fredde dal Nord Europa, seppur con traiettoria ad oggi difficile da individuare. Ma non si esclude che queste riescano a smantellare o quantomeno ad indebolire progressivamente il campo anticiclonico.

POSSIBILE CAMBIAMENTO TRA FINE FEBBRAIO E INIZIO MARZO. L'ipotetico cambiamento potrebbe riguardare molti paesi europei, in particolare centrali e naturalmente quelli settentrionali. Ma non è escluso che anche parte di quelli mediterranei possano rientrare nel mirino di tali correnti da nord, tra cui anche l'Italia. A questo punto non sarebbe da escludere che marzo possa esordire con tempo più dinamico e con calo delle temperature anche sullo Stivale. In ogni caso, vista la distanza temporale, la tendenza potrebbe subire modifiche anche importanti. Vi consigliamo quindi di seguire i prossimi aggiornamenti.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati